rotate-mobile
Partiti e decisioni

Giunta regionale: Schifani non pare intenzionato a cedere ai diktat di Roma, Savarino forse verrà "salvata"

Sono giorni complicati - perché caratterizzati dall'incertezza - per Giusi Savarino. Tutto è, di fatto, nelle "mani" del presidente della Regione

Dentro, fuori, forse di nuovo dentro. Sono ore, anzi giorni, complicati - perché caratterizzati dall'incertezza - per Giusi Savarino. Tutto è, di fatto, nelle "mani" del presidente della Regione Renato Schifani. Domani potrebbe essere il giorno decisivo, quello in cui il governatore ufficializzerà i nomi dei componenti della sua Giunta. E mercoledì si va all'Ars per il giuramento. 

Composizione della giunta regionale, è già "terremoto": fuori Giusy Savarino

Non ci sono conferme, ma l'intenzione del presidente della Regione sarebbe quella di rimandare al mittente il suggerimento arrivato dai dirigenti nazionali di Fratelli d'Italia, ossia fare largo a due tecnici: il consigliere comunale di Palermo Francesco Scarpinato e l'ex deputata ennese, nonché moglie di Ruggero Razza, Elena Pagana. Una deroga al principio degli assessori eletti che ha fatto storcere il naso, anzi infuriare, i 13 deputati che sarebbero pronti a fornire un assist al presidente della Regione. Ecco dunque che si intravede la possibilità di assegnare gli incarichi in base ai nominativi concordati in precedenza. E così accadesse, la ravanusana Giusi Savarino entrerebbe nell'Esecutivo di Schifani. L'unico rimescolamento che il governatore potrebbe accettare è quello sulle deleghe, perché ogni partito può proporre il profilo che sembra essere più opportuno, ma non sui nomi. 

Sono previsti 4 assessorati a Fratelli d'Italia, tre a Forza Italia, due alla Lega, altrettanti alla Nuova Dc di Totò Cuffaro e uno all'Mpa di Raffaele Lombardo. Eliva Amato e Giorgio Assenza sarebbero i designati della prima ora dai Meloniani. Giusi Savarino e Alessandro Aricò invece quelli della corrente vicina all'ex presidente Musumeci. Forza Italia - secondo il toto assessori - metterebbe in campo Giovanna Volo, Edy Tamajo e Marco Falcone. Luca Sammartino e Vincenzo Figuccia sarebbero invece i nomi della Lega, Nuccia Albano ed Andrea Messina per la Nuova Dc di Cuffaro e Roberto Di Mauro per l'Mpa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giunta regionale: Schifani non pare intenzionato a cedere ai diktat di Roma, Savarino forse verrà "salvata"

AgrigentoNotizie è in caricamento