rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Verso le elezioni / Lampedusa e Linosa

Il centrodestra trova l'intesa, Cascio si ritira dalla corsa a sindaco di Palermo

Si fa da parte anche l'autonomista Totò Lentini, lasciando così la strada spianata a Roberto Lagalla

Giochi fatti nel centrodestra. Una nota inviata da Forza Italia certifica il ritiro di Francesco Cascio - responsabile del Poliambulatorio di Lampedusa - dalla corsa a sindaco di Palermo. Si fa da parte anche l'autonomista Totò Lentini, lasciando così la strada spianata a Roberto Lagalla. L'intesa sul nome dell'ex rettore riporta l'unità nel centrodestra. 

Corsa a sindaco di Palermo, Cascio verso il ritiro ma l'accordo su Lagalla unico candidato ancora non c'è

"Forza Italia ha fatto una scelta di generosità e buonsenso, mettendo da parte l’interesse personale, per consentire al centrodestra di tornare vincente e ai cittadini di Palermo di voltare finalmente pagina rispetto a questi troppi anni di degrado. Forza Italia, che pure è il primo partito della coalizione in Sicilia, ha chiesto a Francesco Cascio di rinunciare alla sua candidatura a sindaco della città di Palermo e sosterrà il progetto di Roberto Lagalla", E’ quanto si legge nella nota di Fi. "Ringraziamo Cascio - prosegue la nota del partito azzurro - per il suo senso di responsabilità, quello stesso per cui, da 25 anni a questa parte, Forza Italia lavora, come ha fatto oggi ancora una volta, per tenere unita la coalizione".

“Esprimiamo sincero apprezzamento per l’atto di generosità di Francesco Cascio - dice invece Lorenzo Cesa, segretario nazionale dell’Udc - perché è una scelta di grande responsabilità. Ringrazio sentitamente Forza Italia e Lega che hanno dichiarato pubblicamente di sostenere il progetto di Roberto Lagalla. La coalizione di centrodestra ne esce rafforzata. Lagalla, candidato che l’Udc ha supportato sin da subito, è la persona giusta per Palermo e siamo estremamente soddisfatti dell’accordo che sta maturando con tutte le forze della nostra coalizione. Lo abbiamo detto sin da subito. Compiremo ogni sforzo possibile per non disperdere il patrimonio del centrodestra”.

Resta comunque aperta la partita sul vicesindaco, rivendicato sia da Fi che da Fdi. L'intesa sul candidato sindaco, arrivata dopo i colloqui di ieri sera e di stamattina all'hotel delle Palme, ricompatta il centrodestra ma è slegata dalla partita sul nome che verrà scelto per la presidenza della Regione, che sarà oggetto di una trattativa a livello nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centrodestra trova l'intesa, Cascio si ritira dalla corsa a sindaco di Palermo

AgrigentoNotizie è in caricamento