I vertici di Forza Italia a Sciacca per il no al referendum Renzi-Boschi

Non c’era il consigliere comunale ed ex sindaco Mario Turturici, la cui posizione all’interno di Forza Italia è sempre stata critica e comunque non in linea con Caracappa e compagni, ai quali è integrato anche l’ex consigliere provinciale Mario Lazzano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il senatore di Forza Italia Francesco Scoma, ex assessore regionale al lavoro della giunta Cuffaro e poi vice sindaco nella giunta Cammarata a Palermo, designato candidato a sindaco di Palermo per le amministrative del prossimo anno, e il deputato nazionale di Forza Italia Riccardo Gallo, hanno incontrato gli amici di Sciacca in occasione, tra l’altro, dell’avvio della campagna per il no al referendum costituzionale sostenuto da Forza Italia e per rilanciare l’impegno politico con l’approssimarsi della stagione autunnale.

Sono intervenuti, tra gli altri, numerosi attuali ed ex amministratori, oltre esponenti di partito, tra Silvio Cuffaro sindaco di Raffadali, ex amministratori provinciali come Mario Lazzano e Nicola Testone, Maria Antonietta Testone assessore in carica a Sciacca, Filippo Caci, Silvio Caracappa vice sindaco di Sciacca, Vittorio Di Natale e Antonio Casciaro ai vertici del consiglio comunale di Sciacca, e Giuseppe Vinci dell’ufficio di presidenza del Consiglio comunale di Campobello di Licata.

Non c’era il consigliere comunale ed ex sindaco Mario Turturici, la cui posizione all’interno di Forza Italia è sempre stata critica e comunque non in linea con Caracappa e compagni, ai quali è integrato anche l’ex consigliere provinciale Mario Lazzano, pronto probabilmente a scendere di nuovo in campo alle prossime elezioni amministrative. Turturici ha fatto fino ad oggi una propria battaglia all’interno di Forza Italia e nella maggioranza politica che sostiene Fabrizio Di Paola. Sulle sue intenzioni politiche future non ci sono notizie.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento