Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Forza Italia si spacca sulla nomina di Zambuto, Giambrone: "Rimetto ogni incarico"

L'ex sindaco annuncia la fuoriuscita da Forza Italia in netta contrapposizione con la scelta del nuovo assessore regionale

Vincenzo Giambrone

"Tu sarai il mio assessore regionale". Quasi un "tu sarai con me nel regno dei Cieli". A parlare sarebbe stato l'attuale presidente dell'Assemblea regionale, Gianfranco Micciché. Il beneficiario della "promessa", l'ex sindaco Vincenzo Giambrone, ormai ex commissario provinciale di Forza Italia e, da alcuni anni, eternamente assessore regionale in pectore.

La "farsa" (visti i risultati) prosegue infatti da tempo, fin dall'insediamento del governo Musumeci, quando Forza Italia dovette fare delle rinunce con la promessa (fatta appunto a Giambrone da Micciché all'epoca, e poi pare rinnovata un anno fa "nella stanza di Micciché") di nominare un assessore agrigentino che, fino a ieri, non è arrivato.

Chiuso l'accordo: Marco Zambuto è assessore regionale

Adesso la nomina di Zambuto (che non è stata ancora ufficializzata tuttavia) ha rotto un equilibrio che era già di per sé molto precario, con Giambrone che ha pubblicato un lungo video-sfogo nel quale ribadisce come "dopo 25 anni di militanza in Forza Italia prendo atto con delusione di una decisione che taglia fuori tutta Forza Italia nonostante io fossi stato indicato all'unanimità da tutto il partito".

Giambrone, nell'annunciare di aver lasciato il ruolo di commissario provinciale del partito, ha lanciato dure stoccate contro Micciché, Gallo e lo stesso Zambuto: "nulla di personale contro di lui, ma non è un uomo di Forza Italia e ha cambiato più partiti che mutande". "Nei prossimi giorni con i miei amici, e sono tanti - ha concluso Giambrone - decideremo il da farsi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Italia si spacca sulla nomina di Zambuto, Giambrone: "Rimetto ogni incarico"

AgrigentoNotizie è in caricamento