menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Favara:  Crolla la maggioranza di Rosario Manganella-2

Favara: Crolla la maggioranza di Rosario Manganella-2

Favara: Crolla la maggioranza di Rosario Manganella

Bocciati i punti che prevedono l’accesso al Distretto turistico delle miniere e al distretto...

Il Consiglio comunale favarese, riunitosi ieri sera presso il palazzo di città, ha confermato la spaccatura politica che si era consumata nei mesi scorsi. Sono stati bocciati i punti che prevedono l’accesso al Distretto turistico delle miniere e al distretto Turistico territoriale Valle dei Templi. Sono risultati decisivi ai fini della bocciatura del suddetto punto all’ordine del giorno i voti contrari dei 17 consiglieri comunali che di fatto hanno creato una nuova maggioranza.

In sostanza, i consiglieri sostengono che la città di Favara non sia a vocazione turistica, e di conseguenza non hanno votato favorevolmente il punto. Il consigliere Antonio Fallea ha chiarito meglio i motivi di questa bocciatura, leggendo una lettera aperta alla cittadinanza, in cui afferma che questi distretti turistici possono diventare “dei veri e propri carrozzoni politici per dare favori e compensi ad amici”. Fallea ha inoltre aggiunto “che sarebbe più opportuno aderire a distretti quali Antichi mestieri o sapori e tradizioni popolari siciliani, che risultano più adatti alla vocazione della città, dato che si può aderire ad un solo distretto territoriale”

Il sindaco ha replicato a Fallea, sostenendo che lo sviluppo della città dell’agnello pasquale, passa per questi distretti turistici. In altre parole, il sindaco non voleva perdere questi finanziamenti, ragion per cui, con grinta tipica da campagna elettorale, ha esortato i consiglieri a votare “si” ai distretti turistici territoriali. Ciononostante l’esito delle votazioni boccia la proposta dell’amministrazione.

Infine si è discusso delle dichiarazioni del sindaco considerate “gravi” durante la conferenza del movimento politico “Favara Futura”. La discussione si è svolta in maniera abbastanza civile. Il sindaco ha letto una lettera di chiarimento, in cui ha spiegato il senso delle sue affermazioni. Infine, il consigliere di Rifondazione comunista, Antonio Palumbo, ha affermato che “oggi la coalizione degli irresponsabili è ufficialmente morta, perché era chiaro sin dall’inizio che mischiare tutto e il contrario di tutto per conquistare posti di potere, si è dimostrata fallimentare per questa città”

La seduta si aggiornerà lunedì prossimo alle 18.30.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento