rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica

Stabilizzazione precari per l’emergenza Covid, Pullara: “Seguirò l’evolversi della situazione”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Ho letto velocemente il testo base della manovra finanziaria approvata dal consiglio dei ministri, che dopo i dovuti passaggi nelle competenti commissioni e dopo l’approvazione del parlamento, diventerà legge, e prevede la stabilizzazione del personale precario assunto nel servizio sanitario per l’emergenza covid.

In questi mesi ci siamo sottratti, per la fattispecie in parola, dal fare comunicati o battaglie demagogiche di carattere regionale finalizzate solo ad una presa in giro di un’ampia platea di soggetti. Da tecnico prima che da politico ho sempre pensato che l’unica strada, quella maestra, sarebbe stato l’intervento del governo nazionale che a volte, anche in una regione a statuto speciale, attraverso il raccordo, può risolvere annose, ataviche ed importanti problematiche. Per inciso se il governo regionale attuale seguisse questa stessa strada maestra si eviterebbero le tante impugnative che abbiamo subito sulle leggi regionali, ovvero, per fare un esempio, si risolverebbe l’annoso problema degli ASU.

Questa considerazione mi ha portato pochi mesi addietro ad aderire alla Lega partito al governo che ne detta in parte l’agenda e le priorità. Certo urlare demagogicamente dall’opposizione a volte elettoralmente porta maggiori frutti ma quando dal governo invece sì riescono a dare serie e concrete risposte ai cittadini il consenso è certo. Come Lega e vice presidente della Commissione sanità regionale sono soddisfatto di questa decisione, che ho nel mio piccolo suggerito.  Continuerò a seguire passo dopo passo fino all’approvazione la norma ma poi, come presidente della Commissione speciale d’indagine e di studio per il monitoraggio dell'attuazione delle leggi, né accerterò anche l’esecuzione immediata da parte dell’assessorato e da parte delle aziende sanitarie regionali.  

Permettetemi una punta di orgoglio ho fatto bene a non aderire alle richieste di populismo in questa materia di risoluzione della problematica, a livello regionale, che nulla avrebbero portato se non illusioni ed una ulteriore impugnativa. Interpreto il mio ruolo secondo un principio” meglio una brutta verità che una bella bugia”, la politica per essere rispettata deve tornare ad essere seria e credibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabilizzazione precari per l’emergenza Covid, Pullara: “Seguirò l’evolversi della situazione”

AgrigentoNotizie è in caricamento