menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aurelio Trupia

Aurelio Trupia

Bilancio Comune Agrigento, maxi emendamento del Mpa

Aurelio Trupia: "Nella bozza approvata dall’amministrazione attiva, risulta evidente (anche ad occhi meno esperti) l’assenza di interventi a beneficio del settore dell’assistenza e dei servizi sociali"

Un maxi emendamento allo schema di bilancio di previsione 2013 varato dalla giunta Zambuto. E’ quanto presentato da un gruppo di consiglieri comunali di Agrigento in vista della seduta del 27 dicembre, quando l’esame dello strumento contabile approderà in aula. Primo firmatario è il presidente di aula "Sollano", Aurelio Trupia, esponente del Movimento per l’autonomia.

"Da una attenta e scrupolosa analisi della bozza approvata dall’amministrazione attiva – afferma Trupia – risulta evidente (anche ad occhi meno esperti) l’assenza di interventi a beneficio del settore dell’assistenza e dei servizi sociali. Un vuoto che non può passare inosservato e che di conseguenza deve essere colmato, specie in questo particolare momento di crisi economica in cui le fasce meno abbienti e le famiglie meno fortunate risultano essere le più colpite e meritano maggiore attenzione. Da qui l’obbligo di apportare delle modifiche. Si sono così individuate delle somme da stornare, provenienti da capitoli della spesa corrente, risultate in eccesso rispetto al fabbisogno e agli impegni già assunti dalla giunta e dagli uffici competenti, per destinarle a favore di una serie capitoli, la maggior parte dei quali presenta una previsione di spesa pari a zero. Complessivamente l’operazione messa in piedi mediante questo sostanzioso emendamento si aggira sui 223 mila euro. Se, come mi auguro, il Consiglio comunale condividerà ed approverà questo preciso indirizzo – evidenzia Trupia – certamente si realizzerà a pieno quella missione sociale alla quale sono chiamate anche le istituzioni locali, e colmerebbe una grave 'dimenticanza' dell’amministrazione Zambuto".

Nello specifico andrebbero ad essere attivati i capitoli di spesa riguardanti: assistenza bambini spastici 20 mila euro, assistenza igienica per disabili 15 mila euro, aiuto domestico alle famiglie 20 mila euro, sostegno alimentare alle famiglie 25 mila euro, trasporto anziani e persone disabili 10 mila euro, iniziative in favore degli anziani 28 mila euro.

Andrebbero invece ad essere rimpinguati: assistenza minori legittimi 20 mila euro a fronte di 58 mila e 700 euro già impegnati, rimborso rette asilo nido 30 mila euro a fronte di mille euro preventivati, riduzione Tares alle famiglie in difficoltà 30 mila euro, 20 in più dell’attuale previsione di spesa, assistenza alle famiglie dei detenuti 15 mila euro a fronte dei 10 previsti, contributo mensa sociale 10 mila euro a fronte dei 5 mila euro programmati. 

"Tutti questi interventi – osserva ancora il presidente del Consiglio comunale, Trupia – si potranno realizzare, è bene sottolinearlo,  senza aumentare minimamente l’impegno di spesa dell’Ente e senza intaccare alcun servizio esistente, L’unico limite, ma se così fosse sarebbe grave sotto il profilo contabile della gestione dei conti, riguarda l’ipotesi che, operando in dodicesimi, l’amministrazione Zambito abbia speso più di quanto consentito dalle entrate già accertate in bilancio" conclude Aurelio Trupia.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento