Con il 30,59% è il nuovo sindaco di Racalmuto, Maniglia: "Subito i lavori al cimitero e ossigeno alle maestranze"

Cinzia Leone si è fermata, infatti, con 1.340 preferenze, al 27,73%. L'uscente Emilio Messana ha ottenuto, invece, 1.105 voti pari al 22,87%. E il già sindaco di Racalmuto Salvatore Petrotto ha avuto 909 preferenze pari al 18,81%

Un momento dei festeggiamenti di stanotte

Fino alle 3,30 in alcune sezioni - ospitate nelle scuole "Pietro D'Asaro" e "Generale Macaluso" - le operazioni di spoglio andavano a rilento. Molte schede elettorali, a causa del voto disgiunto, venivano contestate. E anche con veemenza. Il risultato però appariva già lampante: il candidato Vincenzo Maniglia era avanti rispetto a Cinzia Leone. Già mezz'ora dopo la chiusura delle urne, a Racalmuto, si profilava infatti un vero e proprio testa a testa. Poi, però, ad un certo punto c'è stato il distacco. 

Elezioni, confermato ogni pronostico: ecco tutti i nuovi sindaci 

Vincenzo Maniglia con 1.478 voti, pari al 30,59 per cento, è il nuovo sindaco di Racalmuto. Cinzia Leone si è fermata, infatti, con 1.340 preferenze, al 27,73 per cento. L'uscente Emilio Messana ha ottenuto, invece, 1.105 voti pari al 22,87 per cento. E il già sindaco di Racalmuto Salvatore Petrotto ha avuto 909 preferenze pari al 18,81 per cento. 

Ecco gli eletti al consiglio comunale e tutte le preferenze 

A Racalmuto, le schede bianche sono state complessivamente 22 e quelle dichiarate nulle, invece, sono state ben 122. A chiusura del voto, alle 23 quindi, a votare è risultato essere andato il 46,52 per cento degli aventi diritto: 10.693, ossia 4.974 elettori. A mezzogiorno si era invece espresso il 9,45 per cento appena e alle ore 19 l'affluenza era stata del 31,70 per cento.

LA VIDEO INTERVISTA. Vincenzo Maniglia: "I racalmutesi hanno capito che bisognava dare forza alla coerenza" 

"Nei primi 100 giorni faremo partire i lavori al cimitero comunale, daremo ossigeno alle maestranze locali. Poi ci sarà una riorganizzazione dell'apparato burocratico del Comune, dobbiamo potenziare, valorizzare e subito dopo cominceremo ad organizzarci per avere una visione più ampia del progetto politico sul turismo". Queste le prime parole del neo sindaco di Racalmuto Vincenzo Maniglia che ha già chiari, in mente, gli obiettivi primari da perseguire. "La costanza, la coerenza sono state determinanti. Avevamo fatto un progetto politico serio - ha spiegato, nel cuore della notte, Vincenzo Maniglia - . Abbiamo costruito il progetto politico prima e poi abbiamo individuato la candidatura a sindaco e questo ci ha dato ragione perché la gente ha visto il progetto, non tanto il candidato sindaco Maniglia che, poi, per la sua storia politica ha fatto la differenza rispetto agli altri candidati". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • In pullman con mezzo chilo di droga nascosta nel marsupio, arrestato un giovane

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento