Amministrative, gli interrogativi dell'Adic ai candidati a sindaco

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

La campagna elettorale è nel suo pieno svolgimento, ed ancora non sappiamo con chiarezza quali sono i programmi dei quattro candidati a sindaco della città di Licata. 
A questo punto l’Adic, sommessamente, prima  che si vada a votare, vorrebbe porre ai quattro candidati sindaci dei quesiti sul cosa e sul come intenderanno risolvere i principali problemi che assillano la nostra città. 
Il primo quesito riguarda il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. In particolare chiediamo ai candidati: siete per la gestione diretta della raccolta rifiuti o no? Come si intende procedere nell’uno o nell’altro caso? Il costo del servizio interessa o no? 
La delibera adottata dalla signora Brandara, avente ad oggetto l’aumento delle tariffe Tari 2018,  volete mantenerla in vita o revocarla?
Condividete il fatto che il servizio di raccolta dei rifiuti è costato e costa troppo ( €. 7.200.0000,00 annue circa) e che quindi bisogna cercare un modo per avere un servizio che soddisfi l'utenza licatese e che costi circa 4 milioni di euro annue? Condividete il fatto che dovranno avere particolare interesse nel far pagare meno tasse ai cittadini ed allo stesso tempo offrire un servizio che eviti quello a cui abbiamo assistito in questi anni?
A nostro avviso un sindaco deve offrire un servizio soddisfacente e tenere conto del costo di tale servizio ( a nostro parere ciò è possibile).
Per quanto riguarda il problema della gestione del servizio idrico da parte di Girgenti Acque S.p.A. qual’è il vostro intendimento nel momento in cui si insedierà la nuova Amministrazione? Sarà attivata la procedura di rescissione del contratto con il predetto gestore idrico o no?
L’ultima domanda che vogliamo porre ai candidati sindaci riguarda la delibera n. 26 del 29/03/2018 avente ad oggetto: “affidamento della riscossione attiva delle entrate comunali , tributarie e patrimoniali, all’Agente della Riscossione per le province siciliane Riscossione Sicilia S.p.A. e all’Ente Nazionale della riscossione - Agenzia delle Entrate riscossioni per i rispettivi ambiti territoriali di competenza”.  La nuova Amministrazione comunale che sarà in carica a giugno intende revocare questo atto adottato dalla signora Brandara con i poteri del Consiglio Comunale? Per quanto riguarda la riscossione dei tributi locali intendete adottare una delibera con la quale incaricare una società specializzata nel settore e formare il personale da utilizzare per svolgere il servizio di cui sopra? 
La nuova Amministrazione in carica provvederà a revocare la delibera n. 25 del  29/03/2018 ( adottata dalla signora Brandara con i poteri del C.C.) avente ad oggetto “Approvazione piano finanziario del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti urbani e determinazione Tariffe Tari 2018”? Si passerà, qu8ndi, alla gestione in house del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani o no?
Detto questo ci attendiamo le risposte dai quattro candidati Sindaci i quali, a nostro avviso, hanno il dovere di dare a tutta la cittadinanza che si appresta a votarli. 

Il Presidente ADIC
Antonino Amato

I più letti
Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento