menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fausto Raciti

Fausto Raciti

Pd, vertice palermitano concluso: «Si Agrigento2020, no ad Alessi»

Tutto da rifare: un passo indietro e un nuovo candidato, ma che sia "autorevole". Così si sintetizza quanto venuto fuori dal vertice del Pd convocato a Palermo dal segretario regionale Fausto Raciti

Tutto da rifare: un passo indietro e un nuovo candidato, ma che sia "autorevole".

Così si sintetizza quanto venuto fuori dal vertice del Pd convocato a Palermo dal segretario regionale Fausto Raciti.

Alessi e le primarie sono "superati", quindi, e occorre trovare un candidato che possa "rappresentare al meglio i democratici e i suoi alleati". E' questo che pare abbiano stabilito, e trovato una "convergenza", dicendo di "si" alla coalizione ma "no" a chi ha vinto le primarie.

Cambiare tutto per non cambiare niente, quindi? O forse solo trovare un candidato "targato" Pd che sia accettato e ben visto anche dagli altri componenti "Agrigento 2020": quindi perchè le primarie? Saranno le prossime ore a chiarire un pò quanto sta accadendo, seppure si facciano ancora appelli alla compattezza e alla compostezza, così come anche il deputato regionale Giovanni Panepinto ieri.

Alla riunione erano presenti il segretario provinciale Peppe Zambito, il presidente del Pd siciliano Marco Zambuto, Nelli Scilabra, Epifanio Bellini oltre ai parlamentari regionali e nazionali agrigentini.

Il Pd siciliano, inoltre, di concerto con la direzione nazionale, si sarebbe "impegnato a lavorare per tenere unita la coalizione che ha intrapreso un percorso politico con i democratici di Agrigento ed è anche disposto a mettere in campo una proposta autorevole per superare la complessa e confusa situazione da cui il Pd vuole immediatamente uscire".

Nel corso della riunione si è registrato anche un attimo di tensione quando alcuni democratici della componente renziana si sono presentati "senza invito" e Raciti avrebbe chiesto loro di uscire: pare sia intervenuto Marco Zambuto chiarendo che era lui a farsi carico di "rappresentarli in provincia di Agrigento" e che quindi "non necessitava la loro presenza".

Giovedì 2 aprile, infine, il segretario regionale Raciti parteciperà alla riunione dei direttivi dei circoli della città di Agrigento per condividere il percorso che si intende portare avanti.

In merito alla lettera che Silvio Alessi ha inviato al presidente del consiglio Renzi, il segretario regionale del Pd risponde così: «Non mi pare di aver posto, ieri, il tema del 'per chi abbia votato Alessi nel recente o più remoto passato', né messo in discussione la correttezza formale delle primarie. Non mi occupo di alberi genealogici elettorali, né faccio l'azzecagarbugli. Ho messo in discussione la capacità di rappresentare una coalizione in cui c'è anche il Pd. Ho posto quindi, da segretario regionale un problema politico di grande rilevanza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento