Domenica, 16 Maggio 2021
Elezioni Comunali 2015

Elezioni Agrigento, Saia (Cisl): «Basta veleni, ora i programmi»

Per il segretario di Cisl, Maurizio Saia, «i candidati a sindaco anziché spiegare i programmi sono più impegnati a creare confusione, ad attaccare e a difendersi, scontrarsi, dimenticando che è necessario un confronto politico costruttivo per l'interesse della città»

Maurizio Saia (Cisl)

«Con il passare dei giorni e con l'avvicendarsi dei dibattiti pubblici, cominciano ad evidenziarsi sempre più le lacune della politica agrigentina».

Lo afferma il segretario di Cisl, Maurizio Saia, per il quale «i candidati a sindaco anziché spiegare i programmi sono più impegnati a creare confusione, ad attaccare e a difendersi, scontrarsi, dimenticando che è necessario un confronto politico costruttivo per l'interesse della città. Agrigento non merita questo livello di dibattito, i veleni, gli insulti coprono le incapacità di proporsi con idee e progetti risolutivi» aggiunge Saia.

«In questi giorni ho avuto modo di apprezzare tanti giovani che si propongono in Consiglio comunale che hanno le idee chiare e soprattutto votate al cambiamento. Agrigento merita uomini e donne che elevino il confronto, che abbiano nuove e raggiungibili proposte indicando le strade da percorrere. Non serve e non ci interessa una campagna denigratoria dove l'unico modo di proporsi è l'aggressione dell'altro - dice ancora il sindacalista -. Agrigento deve ripartire da questi presupposti con la giusta attenzione alle priorità che tutti conosciamo: lavoro, assistenza, attenzione alla città. Trovare metodi per il raggiungimento di questi obiettivi èfrutto di idee, di illuminazioni ma anche di conoscenze tecniche e di competenze che ci indichino "come ottenere cosa". Abbiamo ascoltato anni di belle parole, abbiamo votato seguendo le percezioni, le impressioni, le simpatie, l'esteriorità, abbiamo votato seguendo la nostra "pancia", sarebbe ora di votare con la testa».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Agrigento, Saia (Cisl): «Basta veleni, ora i programmi»

AgrigentoNotizie è in caricamento