menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Manlio Cardella

Manlio Cardella

Elezioni Agrigento, Cardella: «Il voto deve essere comnsapevole»

Se oggi non si affronta il tema del lavoro, se non si farà spazio alla meritocrazia, sostiene Manlio Cardella. Per il candidato nelal lista "Uniti per la città" occorre che la nuova Amministrazione e il Consiglio realizzino «un concreto progetto di ottimizzazione della burocrazia, dei servizi e una efficiente riqualificazione urbana»

«A conclusione di questa campagna elettorale auspico che i cittadini elettori abbiano compreso che si potrà decidere del  futuro della nostra città solo esprimendo un voto consapevole, slegato da vecchie logiche di parentela, di bisogno e da false speranze lavorative. Se così non dovesse essere, i giovani, le famiglie e le imprese di questa città avranno perso l’ennesima opportunità di trasformare una delle tante tornate elettorali in una vera occasione di cambiamento e di sviluppo e lavoro per tutti noi. Insieme ad una dignitosa semplicità, alberga oggi nelle famiglie la rassegnazione che nulla potrà cambiare questo stato di cose, tanto che la cultura, la solidarietà, il volontariato sono diventati per una larga maggioranza di persone concetti slegati dalle difficoltà della vita quotidiana».

Lo sostiene Manlio Cardella, candidato al Consiglio nella lista "Uniti per la Città” a sostegno di Lillo Firetto.

«Qual è la causa di questo se non la mancanza di lavoro e la percezione di un futuro incerto? Agrigento con le sue vestigia, i templi, il mare, il  centro storico, la cattedrale, non può di certo continuare vivere questa condizione di precarietà. In una città tutta da ricostruire il sindaco e il Consiglio comunale dovranno realizzare un concreto progetto di ottimizzazione della burocrazia, dei servizi e una  efficiente riqualificazione urbana tale da poter offrire pienamente la città al mercato del turismo mondiale aprendo quindi a nuove possibilità per giovani e operatori commerciali - ha aggiunto Cardella -. A questa sfida sarà chiamato il  sindaco e il consiglio comunale che dovrà essere inevitabilmente innovato e competente.

In caso contrario sarà impossibile il cambiamento auspicato, chiudendo così le porte ad un futuro migliore. Se oggi non si affronta il tema del lavoro, se non si farà spazio alla meritocrazia, - conclude il candidato al Consiglio - se il bisogno continuerà a prevaricare la ragione, se ai giovani non si offrirà una concreta speranza di futuro, questa nostra terra è destinata a morire. vorrei quindi offrirvi uno spunto di riflessione sul valore della competenza e della professionalità nello svolgere un ruolo di rappresentanza degli interessi collettivi di una comunità, auspicando che ciò costituisca l’unica valida ragione di voto. Per queste ragioni credo che questo progetto possa realizzarsi con Lillo Firetto sindaco e con Manlio Cardella consigliere comunale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento