Martedì, 18 Maggio 2021
Elezioni Comunali 2015

Elezioni, Fi: «Anche noi abbiamo coalizione, e forse un candidato»

Sarà Firetto? Se i suoi programmi per la città coincidono, forse si. Ma anche no: il coordinatore di Forza italia in Sicilia lascia aperta la possibilità e annuncia l'intenzione di rilanciare "un tavolo del centro destra"

Vincenzo Gibiino

Anche Fi parteciperà alle Amministrative: e una coalizione è in fase di definizione. Il candidato? Si deciderà "secondo statuto".

E' di eri la nota con cui il coordinatore regionale del partito, Enzo Gibiino, annunciava la propria presenza ad Agrigento per questo fine settimana (è certo solo sarà sabato, ma non il luogo nè l'ora, perchè sarà prima a Gela). Nella stessa nota, oltre a ridefinire "papocchio" quanto accaduto ad Agrigento, ha espressamente dichiarato di volere venire nella Città dei templi per "incontrare e rassicurare gli elettori" e definire "il progetto politico di Forza italia per la città".

"La confusa vicenda agrigentina delle primarie si è conclusa con un epilogo indegno, con la retrocessione di Alessi, le dimissioni di Zambuto. Un papocchio, peggio di com'è andata non poteva andare", ha detto senza mezzi termini, dopo averlo raggiunto telefonicamente.

Quindi ad Agrigento cosa viene a fare nel concreto?

"Verrò per fare chiarezza, per stabilire la direzione da prendere. Da mesi parliamo di persone, di chi  è con chi, e nessuno parla di sviluppo per un luogo che possiede un patrimonio che è straordinario, mi riferisco alla Valle dei templi, invidiata, ma che non produce ricchezza così come potrebbe, con la Regione che è assente da questo punto di vista. Avrei visto meglio un dibattito su questi aspetti legati allo sviluppo".

Delle recenti vicende si è detto tutto e il contrario di tutto. Si è detto che lei sapesse e avallasse il progetto che sosteneva Alessi

"La linea politica la detta il coordinatore regionale per statuto, che si raccorda con il presidente del partito: qualcuno ha sbagliato e ha continuato a sbagliare anche dopo, nonostante io avessi detto che eravamo estranei alla vicenda e così confermò anche il consigliere politico di Silvio Berlusconi, Giovanni Toti"

Quindi sarete "in corsa" in queste Amministrative: ma con chi?

"Saremo certamente presenti, è mia intenzione rilanciare un tavolo del centro destra che i siciliani hanno imparato a conoscere perché vincente. Ho intenzione di riannodare le fila di un progetto comune della Casa del centro destra con coalizioni unite sia ad Agrigento città, che a Gela che ha dato i natali a Crocetta ed ha una valenza politica quindi per noi, che ad Enna dove si è consumato "un altro strappo" del Pd, e saremo presenti per vincere. Il nostro obiettivo è governare la Sicilia per sottrarla alla disastrosa gestione delle sinistre"

Da chi sarà composta la coalizione? Ha già intavolato o definito una linea comune con qualcuno dei maggiorenti nazionali, qui in Sicilia o ad Agrigento? L'Udc, Alfano e il suo Ncd o l'Mpa che già sosterrebbe apertamente Firetto, che dicono?

"Nulla è ancora stabilito. Le rispondo con due punti che sanciscono l'azione di Forza italia in Sicilia e ad Agrigento in particolare. Sono fondamentali e dirimenti: il primo punto è che non sono interessato alla persona ma al progetto di sviluppo economico e sociale. Non siamo una forza di governo che assomma voti pur di vincere, precisiamo e ribadiamo che la nostra linea politica è quella di avere un progetto che è anche fondamentale in questo contesto. Il secondo punto è che il passaggio politico su cui conta Fi è la riaffermazione di un "contenitore" di centro destra: voglio portare il partito verso la ricostruzione di un centrodestra credibile che porti al dopo Crocetta e alla vittoria, attraverso uomini, percorsi che si devono attuare, e passerà attraverso le coalizioni nelle principali città"

E, quindi, puntate a un candidato della coalizione o la coalizione sosterrà uno di quelli che è già "sulla piazza"? Torniamo alla domanda: valuta anche Firetto per esempio?

"Incontrerò la base, discuteremo, e ascolteremo ogni progetto e ogni proposta che sia in linea con il centrodestra e quanto dicevo prima rispetto al programma di sviluppo. Se ci saranno progetti ricollegabili a questo, vaglieremo la cosa. Quello che vorrei fosse chiaro è che mi faccio promotore e parte costituente di un progetto di c.destra in Sicilia, mi piacerebbe allargare il fronte, mi aspetto nei prossimi giorni di poter dare speranza ai giovani: che non sia solo uno scambio, solo la richiesta di voto e gente che si candida per ricoprire un "posto vacante". Voglio persone che in quel territorio vanno per farlo diventare ciò che merita. Non nego ma non confermo sia lui, perchè adesso non so dirlo: dipende sempre da ciò che decideremo seguendo lo statuto"

E con Riccardo Gallo l'incomprensione è stata superata? Circola questa "voce"

"Non ne so niente, non mi risulta. Faremo chiarezza quando sarò ad Agrigento: per definire la partita bisogna comunque parlare con me. Io da catanese sogno che Agrigento diventi ciò che merita: mi aspetto che qualche agrigentino abbia lo stesso intento"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Fi: «Anche noi abbiamo coalizione, e forse un candidato»

AgrigentoNotizie è in caricamento