Elezioni Comunali 2015

Amministrative, i Cinquestelle ufficializzano il loro candidato

Emanuele Dalli Cardillo è il candidato sindaco del M5s. L'ufficialità è giunta oggi grazie alla certificazione con cui lo staff di Beppe Grillo ha dato "l'imprimatur" alla lista dei 30 candidati al Consiglio che fanno capo all'avvocato agrigentino

Emanuele Dalli Cardillo e Beppe Grillo

Emanuele Dalli Cardillo è il candidato sindaco del M5s. L'ufficialità è giunta oggi grazie alla certificazione con cui lo staff di Beppe Grillo ha dato "l'imprimatur" alla lista dei 30 candidati al Consiglio che fanno capo all'avvocato agrigentino.

In attesa di potere intervistare Dalli Cardillo, a parlare di questa lista è uno di loro: l'attivista docente di Storia e filosofia, giornalista e appassionato di storia locale, Elio Di Bella.

"Siamo stati seguiti in questo lavoro, dalla costituzione della lista alla redazione del programma, dal nostro referente provinciale Matteo Mangiacavallo, che ha visto la serietà  con cui abbiamo costruito quest'occasione e la bontà della nostra proposta - ha detto Di bella -. La lista è composta in maggioranza da giovani e tutti ci affacciamo per la prima volta alla competizione elettorale, seppure impegnati politicamente da qualche anno".

Di Bella da anni segue come cronista le vicende agrigentine cui unisce la passione per la storia e afferma di volersi adesso dedicare attivamente alla possibilità di partecipare come amministratore vista la "conoscenza dei tanti problemi e della vita politica agrigentina. Vorrei impegnarmi - ha detto - in quest'altra veste garantendo a tutti che non intendo fare della politica un mestiere attraverso cui lucrare: abbiamo già deciso con il nostro codice etico che rinunciamo ai gettoni. Se proventi dovessero venire dalla partecipazione all'attività politica, gran parte di questi soldi li utilizzeremo per aiutare famiglie bisognose, le associazioni che si spendono per loro e altre situazioni di bisogno. La città adesso ha 30 volti cui potere guardare con speranza: cittadini che non nascono nelle segreterie politiche, cittadini che vogliono spendersi per i cittadini. Non faremo sprechi, nè insozzeremo la città: sarà una campagna elettorale che privilegia il 'porta a porta' e con spese minime".

Adesso, quindi, si sgombera definitivamente il campo dalla eventualità di un "ballottaggio" interno, di una sorta di primarie pentastellate. Sorto con la proposta di candidare Aurelio Bruno ad opera dei "Grilli di Agrigento", ottenne una dura replica da parte del referente provinciale del Movimento, Matteo Mangiacavallo, il quale redarguì pesantemente coloro i quali si arrogavano "senza averne titolo", il diritto di parlare a nome dei Cinquestelle, ottenendo a sua volta una controreplica in difesa delle primarie. Con la ratifica di un solo candidato, ogni dubbio è adesso fugato.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative, i Cinquestelle ufficializzano il loro candidato

AgrigentoNotizie è in caricamento