Agrigento, barriere architettoniche e diritti negati per i disabili motori

Accedere al Palazzo dei Giganti, sede del Comune, è un diritto di molti ma non di tutti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Non sapete cosa c'è scritto? Ora sapete come ci si sente!

Accedere al Palazzo dei Giganti, sede del Comune, è un diritto di molti ma non di tutti.

Ascensore fuori uso e gradini senza montascale si porranno sempre ad ostacolo all'accessibilità dei cittadini con ridotta mobilità o con necessità di sedia a rotelle.
La disabilità non ha l'attenzione dell'Amministrazione locale.

Neppure a 11 anni dalla Legge Stanca , le disposizioni dettate alla P.A. per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici vengono rispettate.
Parlare di didascalie e stampe in Braille, percorsi dotati di guida elettronica, walk assistant, sportello informativo con operatori specializzati nella mediazione linguistica, è utopico se la barriera architettonica è mentale prima che fisica.

Lamentare l'inciviltà di chi parcheggia in aree riservate ai disabili è una diretta conseguenza dell'esempio che diamo.
Agrigento deve togliersi l'etichetta delle 104 in ogni modo.

"Un Governo che taglia i fondi destinati ai disabili è un governo senza speranza".

Gabriella Montalbano,
Attivista e candidata per il MoVimento 5 Stelle - Agrigento

I più letti
Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento