menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La presentazione ufficiale di Salvatore Pennica

La presentazione ufficiale di Salvatore Pennica

Pennica si presenta alla città, la sorte di Epolis dipende da Grillo?

Il logo di Èpolis potrebbe ritrovarsi in compagnia di altri simboli nella scheda elettorale. Quello dei partiti. Dipende tutto dagli accordi tra Pdl-Mpa e Pd

"Tutto può succedere". Totò Pennica entra in campagna elettorale con un primo slogan. Èpolis è ufficialmente in campo. Stamattina il direttivo del Comitato ha ufficialmente presentato alla stampa il candidato a sindaco per il Comune di Agrigento.

Ma tutto può ancora succedere all'interno di Èpolis. Un simbolo solo, per il momento: quello del Comitato. L'indice della mano puntato in su. Ma il logo di Èpolis potrebbe ritrovarsi in compagnia di altri simboli nella scheda elettorale. Quello dei partiti. "Non dobbiamo allearci con il diavolo pur di vincere le elezioni - ha detto Pennica -. Non ci sono contatti con nessun partito attualmente. Nessun contatto con il Pdl. Ma non ci chiudiamo, siamo aperti. Esiste un elettorato e noi ci rivolgiamo anche a questo", ha spiegato il candidato alla poltrona di sindaco parlando di democrazia. Pennica cerca un consenso che sia il più ampio possibile all'interno della società civile agrigentina. Consenso che si potrebbe allargare anche a coloro i quali hanno in tasca una tessara di partito.

Il ragionamento esplicato è chiaro: se una forza politica dovesse accettare determinate condizioni, Èpolis stringerebbe il patto elettorale con i partiti.  "L'attenzione è rivolta ai sindacati, alle associazioni, ai comitati.  Agli astenuti, ai giovani", spiega Totò Pennica che si definisce un "sindaco-operaio" . Un occhio alla società civile e un occhio alla politica.

Attualmente a correre per la poltrona di primo cittadino potrebbe esserci anche il candidato (non ufficiale) della coalizione del terzo polo, ovvero Nicola Grillo. Pdl e Pd sembrano ancorati, chi per un verso, chi per un altro, a Grillo e alla coalizione del Movimento per l'autonomia. Ma la situazione è in stallo e potrebbe precipitare da un momento all'altro. L'accordo politico sul versante Pdl-Mpa non si è chiuso e forse non potrà concludersi. Il Pd infatti non ci sta. Èpolis, dunque, potrebbe ritrovarsi un partito alla porta. Il Pd, nell'eventualità che Angelino Alfano e Roberto Di Mauro dovessero accordarsi; o il Pdl, se dovesse sfumare la candidatura di Grillo

 

(dbr)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento