menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La conferenza di questa mattina

La conferenza di questa mattina

Elezioni 2012, pronti i primi nomi della squadra di Giampiero Carta

Carta: "In campagna elettorale non ci si misura sui programmi, ma sulla credibilità della proposta". Attacco a Zambuto e a Pennica. Ecco i quattro assessori designati dal candidato della sinistra

Sul fronte della sinistra agrigentina è tutto pronto per la presentazione ufficiale della lista civica "Agrigento bene comune" e del candidato a sindaco Giampiero Carta. Pronte le firme necessarie da consegnare in Comune entro mezzogiorno del giorno 11 aprile. Pronti i primi nomi della squadra di assessori designati da Carta.

Nestore Saieva, ingegnere; Simona Carisi, medico ospedaliero; Lillo Miccichè, coordinatore provinciale Sel; Nello Hamel, segretario provinciale Idv. Questi i quattro nomi su sei dell'ipotetica Giunta del candidato Carta.

"La nostra è l'unica lista della sinistra. Cercheremo - dice Carta - di intercettare i voti della sinistra e di coloro i quali provano disgusto nei confronti della politica di oggi. Ci rivolgiamo a quello spaccato di società che vive i problemi di Agrigento ogni giorno, alle persone normali. Ci rivolgiamo agli  agrigentini dicendo di non ascoltare il canto delle sirene di personaggi che da decenni hanno in mano la città. Non ci interessa intercettare il voto  di gente con i soldi che vuole fare ancora più soldi, a gente che rincorre poltrone. Ma cerchiamo di guardare anche a quelli che vivono da ignavi, lamentandosi della politica e che poi non votano neppure perchè sdegnati". Usa parole forti Carta. Parla di quella realtà viscida che si insidia tra il cittadino e la politica, tra il politico e la cosa pubblica: il mercato del voto e l'accordo politico in vista di un profitto personale.

 

 

Giampiero Carta

 

 



"I programmi di cui parlo sono gli stessi di Pennica, di Zambuto. In campagna elettorale non ci si misura sui programmi, ma sulla credibilità della proposta. Le cose che si vogliono promettere sono le stesse, ma chi le ha già promesse e non le ha fatte che credibilità ha?". L'attaco al sindaco uscente Marco Zambuto si accompagna a quello rivolto al candidato di Epolis, Totò Pennica. "Un movimento fatto di gente perbene, ma che sta prendendo una brutta piega perchè bramosa di raggiungere la vittoria. I partiti si stanno mascherando mettendo candidati che non sono loro. Dopo l'avvocato Grillo, che avrebbe voluto vincere facile alleandosi con tutti, adesso c'è Pennica".

Un volto nuovo il vincitore delle primarie della sinistra per le amministrative del 2012. Giampiero Carta inizia però la sua militana politica già alle elezioni provinciali del 2003 dove ottenne più di 200 voti. Nelle elezioni comunali del 2007 risultò il primo dei non eletti nella lista a sostegno della candidatura di Miccichè. Oggi è il candidato a sindaco del Comune di Agrigento dei tre partiti della sinistra, Italia dei valori, Sinistra ecologia e libertà e Federazione della sinistra.  

(dbr)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento