menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Apparentamento", la partita si gioca al rialzo: chi offre di più?

La coaliozione di Mariella Lo Bello a caccia del premio di maggioranza. Accordo con Pennica o con Zambuto? Il suggerimento di Arnone al sindaco uscente

Entro sette giorni dalla prima votazione, quindi entro lunedì, i candidati ammessi al ballottaggio hanno la facoltà di dichiarare i collegamenti con ulteriori liste rispetto a quelle con cui è stato effettuato il collegamento nel primo turno. “Tutte le dichiarazioni di collegamento - è scritto nella legge elettorale - hanno efficacia solo se convergenti con analoghe dichiarazioni rese dai delegati delle liste interessate”.

E' dunque il cosiddetto apparentamento delle liste, il nodo da sciogliere nella trama politica di questi giorni. Pennica sposta il baricentro della situazione su di sé: "La composizione del futuro Consiglio comunale dipende dalle nostre scelte" ha affermato ieri in conferenza stampa. L'apparentamento infatti è prerogativa di un possibile premio di maggioranza. Il 60 percento dei seggi verrà infatti attribuito al gruppo di liste che avrà ottenuto il 50 percento più uno dei voti.

Esclusa la coalizione di sinistra (Idv, Sel e Federazione della sinistra) che si tira fuori da eventuali accordi, poiché entrambi i candidati appartengono a uno schieramento di centrodestra, la coalizione che sembra avere la partita in mano è il tris di partiti che ha sostenuto Mariella Lo Bello al primo turno: Mpa, Pd, Fli (la lista del quarto partito, l’Api, non ha raggiunto il 5 per cento).

Ieri nel tardo pomeriggio un incontro tra le forze dell'alleanza del Governo regionale ha valutato la situazione politica. Il deputato Angelo Capodicasa  non si sbilancia nel riferire l’esito dell’incontro; con il fare di chi non vuol dire tutto, rimane possibilista su entrambi i fronti: "Abbiamo valutato tutte e due le ipotesi sulla base di un ragionamento programmatico e di accordi. Oggi contatteremo l'interessato, perché il matrimonio si fa in coppia".

Con Zambuto o con Pennica? A prima vista la risposta sembrerebbe essere Pennica. Le recenti dichiarazioni di Lo Bello non lascerebbero dubbi, ribadendo il suo voler essere alternativa a Zambuto; dall'altra, l'iter di interlocuzioni e accordi che ha preceduto la campagna elettorale di queste amministrative - dove la coalizione dopo la "fase Grillo", avrebbe volentieri candidato Pennica, se Angelino Alfano non ci avesse messo per primo lo zampino -, sembrano far pensare a una sola possibile risposta, quanto meno per coerenza.

Chi sarà allora lo sposo fortunato? Il premio di maggioranza viene attribuito al gruppo di liste che raggiunge il 50 per cento più uno dei voti (somma dei voti del primo turno delle liste che hanno superato la soglia di sbarramento del  5 per cento). Non importa dunque se le liste sono collegate al sindaco proclamato o al sindaco non eletto. La partita si gioca al rialzo: chi offre di più? Messa in questi termini è chiaro perché potrebbe essere anche Marco Zambuto il promesso sposo di queste seconde nozze. Ma Piero Macedonio, leader del Patto per il territorio, lista a sostegno del sindaco uscente, espone quella che sembrerebbe essere la linea dell'alleanza: nessun apparentamento con i partiti.

E Arnone che dice? L'avvocato ambientalista incita Zambuto affinché chiuda l'accordo con il Mpa e il Pd. Lunedì sera, durante lo spoglio, quando i risultati erano già delineati, il candidato Arnone si era detto disinteressato al ballottaggio e agli accordi, dichiarando di non volersi recare alle urne giorno 20 maggio. Oggi in una nota stampa lancoa un messaggio a Zambuto, invitandolo a fare una precisa scelta di apparentamento per ottenere il premio di maggioranza: "E’ una follia politica rifiutare l’apparentamento con la forza più vicina al partito di Zambuto, cioè il movimento del presidente Lombardo, nonché con lo stesso Pd". E a tal proposito Arnone offre la sua disponibilità a far da mediatore tra Zambuto e il presidente Lombardo: "Un interlocutore importante per Agrigento per i prossimi mesi".


(dbr)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento