Marco Vullo sul rifacimento delle strade comunali: "Altra azione demagogica da parte di Firetto"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Marco Vullo consigliere comunale in carica e assessore designato del candidato sindaco Franco Miccichè mette i paletti sul rifacimento delle strade comunali e delle statali che lambiscono Agrigento in vista della tappa del giro d’Italia del 4 ottobre rispondendo al sindaco Firetto.

“Gli agrigentini devono sapere realmente come vanno le cose e mi dispiace non è la prima volta che il Sindaco Firetto riesce sempre con astuzia e spettacolarizzazione a prendersi sempre meriti che non ha.Il Giro d’Italia è una grande occasione per la nostra città ma se si stanno rifacendo tratti di strade comunali cosa naturalmente positiva lo si deve all’intervento del governo regionale  che ha stanziato i fondi sotto la regia dell’Assessore regionale alle infrastrutture Marco Falcone.
Far passare un messaggio da parte del Firetto con video sui social ormai diventati invasivi dove la città è un cantiere aperto e dove si è sbloccato tutto grazie sempre agli interventi di questa amministrazione è troppo.

Gli agrigentini di questa sorte di Minculpop sono stanchi e questo storytelling è un mix di demagogia arrivato ai titoli di coda. Da cinque anni questa amministrazione si è contraddistinta per aver raccontato una storia che non è quella fattuale e veritiera. E adesso al netto del trito e ritrito protagonismo civico,le falle sono diventate voragini e lo stato di abbandono delle periferie ha amplificato lo spaccato della città. Se si vuole vincere una competizione si faccia un’operazione verità,continuare sulla falsa riga di cinque anni dove nessuno ha avuto riscontro dei suoi progetti che aveva sbandierato in pompa magna,sarò smascherato dal popolo.Sulle strade comunali una cosa è scolpita nella mente degli agrigentini nell’arco del mandato di Firetto, interdizioni,divieti e stato di pericolo sono stati la costante con il gioiello della passeggiata archeologica e l’asfalto giallo ocra che è durato meno di una settimana. Gli agrigentini non sono allocchi e non penso che possono avallare una stagione quella firettiana che ha fatto rimpiangere tutti.
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento