Amministrative 2020, Firetto: "Miccichè non conosce la propria città"

Il sindaco uscente parla in merito ad una presunta dichiarazione rilasciata dal medico agrigentino che replica: "Solo un errore di battitura"

Continua il botta e risposta tra il candidato sindaco Firetto ed il canditato sindaco, Miccichè.

"Dispiace davvero che il mio avversario non conosca la propria città. Questa mattina ha dichiarato: 'realizzare finalmente il depuratore del Villaggio Mosè'.  Il depuratore - dice Firetto in una  nota - è già in corso d’appalto, le offerte sono state presentate a settembre e la gara è in corso e la Regione non c'entra. Il depuratore dipende dal commissario nazionale unico per la Depurazione, Enrico Rolle. Eppure, dovrebbe essere informato. La sanità e igiene pubblica dovrebbe essere sua materia". 

"Come pensa di risolvere i problemi senza conoscerne gli interlocutori? Il candidato sindaco commette anche un altro svarione perché è stato assessore alla Sanità con me  - dice Firetto - nella mia Giunta ed è grave che non abbia seguito le vicende sulla questione del depuratore in quel periodo, grande battaglia che abbiamo vinto dopo un ventennio di discussioni sterili grazie all'avvio della gara d'appalto che garantirà depurazione e rete fognante a un'area vasta da Villaggio Mosè a San Leone  e una porzione a sud del Comune di Favara". 

La replica di Miccichè: "Solo un errore di battitura"

Non si fa attendere la controreplica di Miccichè: "Noto con piacere che il mio competitor legge con molta attenzione i miei post e i miei comunicati. Ne sono contento e lo ringrazio. Mi ha fatto notare un refuso nella ricopiatura della nota da me scritta a mano che lo ha indotto a pensare che non conoscessi la vicenda del depuratore del Villaggio Mosè (a proposito il commissario nazionale unico per la depurazione dal maggio 2020 non è più Enrico Rolle ma Maurizio Giugni, affiancato dai sub commissari Stefano Vaccari e Riccardo Costanza). Ma non è così".

Miccichè precisa: "Nella nota originale c’era scritto di realizzare finalmente il collegamento con il depuratore del Villaggio Mosè, visto che dopo la realizzazione dell’opera occorrerà procedere con il potenziamento della rete fognaria e intervenire sulla raccolta delle acque piovane al fine di evitare i continui allagamenti delle strade e lo scoppio delle relative condotte. Tutto qui. Solo una parola mancante. Nessuno scandalo e nessuna prova d’ignoranza. Ma capisco che a pochi giorni dal voto ci si possa attaccare a tutto. Anche a questo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Scoppia una maxi rissa a Porto Empedocle, più feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento