Amministrative, urne di nuovo aperte: l'astensionismo chi favorirà? Sarà battaglia all'ultimo voto

Rispetto al primo turno, quando andarono ai seggi in 32.693, c'è stata una flessione del 13,50 per cento. Numeri ed analisi vengono tenuti in "caldo" per provare a intuire chi dei due candidati potrà essere avvantaggiato

Le urne sono di nuovo aperte. E così resteranno fino alle ore 14. Gli agrigentini, anche oggi: giornata lavorativa, sono chiamati a scegliere chi, per i prossimi 5 anni, dovrà guidare la città dei Templi. La "battaglia" sarà, di fatto, all'ultimo voto. Ieri, a farla da padrone, è stato l'astensionismo. Rispetto al primo turno c'è stata una flessione del 13,50 per cento.

Amministrative, affluenza alle urne delle 22: registrato il 32,55%

Ai 55 seggi si sono recati - sui 51.912 aventi diritto - in appena 16.899 elettori, raggiungendo il 32,55 per cento. Già dopo le ore 19, quando l'affluenza faceva registrare un meno 8,26 per cento, i politologi della città - ma non solo - erano alle prese con analisi varie per provare a stabilire se l'astensionismo avrebbe favorito l'uno o l'altro candidato a sindaco. 

L'astensionismo - questo va detto - per il secondo turno è, di fatto, fisiologico. Ma quello che s'è registrato ieri, in termini percentuali, può considerarsi veramente importante. A determinarlo, probabilmente, è stato anche l'effetto pandemia. Ma c'è da tenere in conto anche l'effetto del non voto ai candidati del consiglio comunale. Già al primo turno, però, l'affluenza fece registrare - rispetto a 5 anni addietro - un segno meno. E' stata del 62,98% certo, ma su 51.912 elettori sono andati alle urne in 32.693. Il calo è stato dunque del 4,48%. 

Numeri ed analisi continuano ad essere tenuti in "caldo" anche stamattina per provare a intuire chi potrà essere avvantaggiato da questo trend che comunque rimarca un segno di disaffezione.

Le urne resteranno aperte fino alle ore 14 di lunedì 19. Lo spoglio inizierà subito dopo per concludersi - salvo ritardi clamorosi - nel tardo pomeriggio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento