Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Archiviata la campagna elettorale, ma non le polemiche, Di Mauro: "Replicherò alle accuse di Firetto"

Il vicepresidente dell'Ars è stato al centro del dibattito per tutta la campagna elettorale ed è oggi uno dei suoi vincitori politici

Roberto Di Mauro

Lo hanno ritratto come il "puparo", l'immagine stessa della cattiva politica. Hanno riesumato persino le vecchie vicende giudiziarie che sfiorarono lui e la sua giunta (quelle famose "Somme urgenze" che si conclusero in larghissima parte con esiti assolutori).

Il deputato regionale Roberto Di Mauro è stato al centro del dibattito per tutta la campagna elettorale appena finita ed oggi è uno dei suoi vincitori politici: non solo perché il "suo" candidato è quasi inaspettatamente il nuovo sindaco di Agrigento, ma soprattutto perché ha preso un centrodestra frammentato e in parte già sconfitto e lo ha portato alla vittoria quasi senza sforzo (nel senso che non è molto chiaro quanto abbiano davvero influito le varie sigle).

Amministrative, dopo il ballottaggio ecco la definitiva conformazione del consiglio comunale

Lui, al momento, non commenta e non interviene, ma annuncia la volontà di farlo in una conferenza stampa che si dovrebbe tenere a fine di questa settimana. "Finora ho preferito non replicare alle affermazioni fatte dal sindaco uscente e dai suoi sostenitori perché eravamo in campagna elettorale - ha spiegato ad AgrigentoNotizie - e ho avuto massimo rispetto del nostro candidato e della linea da lui seguita anche da un punto di vista della comunicazione. Risponderò alle cose dette e spiegherò le ragioni del perchè un 'piccolo grande uomo' come Franco Micciché sia riuscito a battere Lillo Firetto, nonostante questo si autoproclami personaggio politico di elevato spessore".

Troppo alto l'astensionismo, la città ha scelto di non decidere

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Archiviata la campagna elettorale, ma non le polemiche, Di Mauro: "Replicherò alle accuse di Firetto"

AgrigentoNotizie è in caricamento