rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Politica

Elezioni amministrative, decisa la data del voto: ecco tutti i dettagli

Il prossimo 12 giugno 10 comuni della nostra provincia saranno chiamati alle urne per rinnovare sindaco e Consiglio comunale: molti i primi cittadini che si ricandideranno

Si voterà il prossimo 12 giugno in 10 comuni in provincia di Agrigento. La decisione è stata formalizzata oggi dal Governo regionale, su proposta dell'assessore alle Autonomie locali, Marco Zambuto. Il decreto di indizione dei comizi dovrà essere emanato entro il 13 aprile. L'eventuale ballottaggio si terrà il 26 giugno.
 
Nell'Agrigentino saranno chiamati alle urne: Aragona (sistema maggioritario, 12 consiglieri da eleggere, 14 sezioni elettorali), Bivona (maggioritario, 12, 5), Campobello di Licata (maggioritario, 16, 11), Cattolica Eraclea (maggioritario, 12, 7), Comitini (maggioritario, 10, 2), Lampedusa e Linosa (maggioritario, 12, 5), Palma di Montechiaro (proporzionale, 16, 24), Santa Margherita di Belice (maggioritario, 12, 7), Sciacca (proporzionale, 24, 42) e Villafranca Sicula (maggioritario, 10, 2).
Ancora abbastanza fluido il quadro delle candidature, con alcune recentissime novità. La prima è la ricandidatura del sindaco di Bivona, Milko Cinà. "Il gruppo politico che mi ha sostenuto in questi cinque anni di mandato e tanti altri nuovi operatori politici che oggi mi stanno al fianco mi hanno chiesto una nuova candidatura - ha scritto sui social -. Ho accettato con grande entusiasmo e tanto senso di responsabilità. Sarò, dunque, ancora il candidato Sindaco di questa meravigliosa Città".
Altra notizia recente e, per certi versi, "clamorosa" è la non ricandidatura di Nino Contino a Comitini. "Dopo 23 anni di attività amministrativa - scrive - ritengo che sia arrivato il momento di lasciare spazio ad una ventata di gioventù". Il sindaco uscente sosterrà il candidato Luigi Nigrelli.
Dei sindaci uscenti si va verso la ricandidatura di Totò Martello a Lampedusa, Stefano Castellino a Palma di Montechiaro, Giuseppe Pendolino ad Aragona, Santo Borsellino a Cattolica Eraclea. Al momento non ha rotto le riserve invece l'attuale sindaco di Sciacca, Francesca Valenti, anche se il suo partito, il Pd, starebbe lavorando su una proposta alternativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni amministrative, decisa la data del voto: ecco tutti i dettagli

AgrigentoNotizie è in caricamento