Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica

Dissesto finanziario al Comune? Il Pd: "Carmina ha il dovere di trovare la soluzione"

Botta e risposta tra il primo cittadino della città marinara ed il commissario del Partito democratico, Salvatore Gazziano

"Porto Empedocle? Situazione disastrosa". Sono state queste le parole del primo cittadino empedoclino, Ida Carmina. Lo stesso sindaco, ai microfoni di AgrigentoNotizie aveva fatto sapere che “agli impiegati dovremmo dare circa un milione di euro per gli stipendi, tutte le anticipazioni di cassa sono consumate e ogni giorno paghiamo interessi passivi su circa 6 milioni di euro di anticipazioni”.

Pronta la replica del commissario del Pd, Gazziano: “La situazione di crisi economica in cui versa il Comune di Porto Empedocle, è preoccupante ma ancora più gravi sarebbero le conseguenze di un eventuale dissesto finanziario, che peserebbe sull'intera economia della città di Porto Empedocle, sui dipendenti comunali e sulle famiglie empedocline. Scegliere di seguire la strada del dissesto finanziari - dice l’esponente del Partito democratico - , seppur la più facile da percorrere, non libera da responsabilità il sindaco, che anche se insediata da poco, ha il dovere di trovare altre soluzioni per scongiurare questa ipotesi. Il dissesto - continua Gazziano - non è uno strumento politico da agitare contro gli avversari ma una mannaia reale che rischia di abbattersi contro la cittadinanza. La situazione di crisi degli enti locali in Sicilia è sotto gli occhi di tutti. Basta leggere gli ultimi resoconti sullo stato dei comuni in Sicilia, per capire che la maggioranza degli enti locali è a rischio dissesto: se tutti i sindaci siciliani dovessero seguire l'esempio del primo cittadino di Porto Empedocle, consegneremmo la nostra terra all'oblio. La malattia non si cura uccidendo il malato. Non si fa il gioco del cerino con il destino della città. Il dissesto va evitato con politiche rigorose e intelligenti - spiega. Dichiarare il dissesto in un momento di crisi economica come questo significa consegnare la città ad un destino ineluttabile che metterebbe a rischio posti di lavoro nel pubblico e nel privato: rischierebbero il posto di lavoro non solo molti dipendenti comunali ma anche molte aziende che a seguito di un aumento spropositato delle tasse sarebbero costrette a chiudere o ad effettuare scelte che avrebbero ricadute sui lavoratori. Per quanto riguarda la situazione del Pd di porto Empedocle, da settembre, assieme al consigliere comunale Valentina Di Emanuele, inizieremo un lavoro di ricostruzione del circolo, che al momento non esiste, coinvolgendo quanti vorranno impegnarsi in un percorso che veda al centro la città di Porto Empedocle e non i veleni e gli individualismi che hanno caratterizzato il passato recente del Pd empedoclino".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dissesto finanziario al Comune? Il Pd: "Carmina ha il dovere di trovare la soluzione"

AgrigentoNotizie è in caricamento