Disagi per la fornitura idrica, Carlisi: "La giunta protesti contro l'Ati"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Marcella Carlisi, interviene sulle emergenze legate all'inquinamento della fornitura idrica. "Si spera che l’atto di indirizzo approvato ieri all’unaminità in Consiglio comunale, - scrive Carlisi in una nota - venga messo in atto dall’amministrazione attiva che, nonostante gli sforzi e l’impegno non è riuscita a far risolvere al gestore il problema".

"I cittadini non possono restare a secco per 5 mesi e aspettare per giorni e giorni i rifornimenti via autobotte - prosegue il consigliere - . Inoltre devono essere avvisati prontamente della situazione di emergenza per la pubblica sanità sia i cittadini che eventuali scuole e gli uffici comunali. L’assessore Fontana, non a piena conoscenza della storia del disservizio, ha cercato di difendere l’amministrazione minimizzando il disagio ed enfatizzando l’operato dell’amministrazione, di fronte agli allibiti cittadini che assistevano al Consiglio. Si spera che il dottor Fontana, come assessore al ramo, si faccia portavoce di questo disagio presso l’Ati, oltre che con il gestore, porgendo aspro e formale reclamo per questo disservizio, che potrebbe configurarsi come attentato alla pubblica salute".

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento