menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dimissioni Luparello:  Pd amareggiato, intervista a Messana, le reazioni dei Giovani

Dimissioni Luparello: Pd amareggiato, intervista a Messana, le reazioni dei Giovani

Dimissioni Luparello: Pd amareggiato, intervista a Messana, le reazioni dei Giovani

Il Circolo Berlinguer fa poi sentire la sua tramite una lettera

Si dice sorpreso il Partito democratico dopo le inaspettate dimissioni di Piero Luparello, coordinatore cittadino del Pd. Dal segretario provinciale che è intervenuto ieri con una lettera - al quale oggi abbiamo chiesto chiarimenti - al circolo Berlinguer, al gruppo dei Giovani democratici, le reazioni hanno un forte retrogusto amaro.

Un gesto, quello dell'ex coordinatore cittadino del Pd che sorprende perchè appreso dallo stesso partito per mezzo della lettera di dimissioni data alla stampa. "Avremmo gradito - scrive Epifanio Bellini, segretario del Circolo - che della risoluzione delle presunte divisioni e contraddizioni lamentate nella lettera aperta diffusa ai giornali si fosse fatto carico, come il suo ruolo gli avrebbe imposto, convocando quegli organismi cittadini nei quali, forse, si sarebbero potute appianare".

L'intervento del coordinatore provinciale, nella lettera di ieri, iniziava subito parlando di un Pdl di Angelino Alfano e dei comitati civici. Messana ci dice che la chiave di lettura del discorso è che "bisogna che ci sia chiarezza".

- Dietro la lettera si cela il pensiero che forse Luparello lasciando la politica, stia in realtà lasciando il partito per cercare qualcosaltro? Un comitato che vuole dirsi civico, per esempio?
"Questo non lo sappiamo, non possiamo dirlo. Ma non vorrei che dietro proposte di comitati civici si celino partiti che non hanno forza di sostenere coalizioni politiche e si nascondono dietro questi comitati".
La risposta di Messana.

- Le divisioni che caratterizzano il partito, sembrano essere tra le motivazioni argomentate da Luparello. Ma di che natura sono queste "divisioni" che sembrano spaccare il Pd?
"Il nostro partito è una funzione di tante storie diverse. Ognuno cerca di marcare la propria presenza. Questa è la conflittualità ma quando ci sediamo per discutere di temi e problemi usciamo con una linea unitaria".

Luparello era uno dei possibili candidati del partito, ci dice Messana. Una personalità sulla quale puntava e sperava anche il gruppo Giovani democratici. "Riteniamo - scrive il Gd e il segretario Gazziano - che non si possa continuare a perdere dirigenti con il passare del tempo, perché temiamo che ciò possa incidere negativamente nel territorio e nei cittadini. Noi accusiamo, infatti, la mancanza di punti di riferimento importanti nei vari territori, demotivano fortemente i giovani e la politica in generale".

L'auspicio del partito è adesso quello di andare avanti iniziando a fare nuove proposte e ad attuarle, "perchè fino ad adesso ne abbiamo solo parlato", conclude Emilio Messana nella nostra intervista.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento