Città isolata e gallerie chiuse, Di Rosa: "Ecco cosa troverà il nuovo sindaco nel 2020"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Quale sarà la situazione economica ed amministrativa “REALE” che troverà la prossima Amministrazione eletta ad Amministrare il Comune di Agrigento nella primavera del 2020?
Possibile conoscere la reale situazione debitoria delle casse comunali e se ci può essere un futuro per il comune o se faremo la fine del Comune di Porto Empedocle?

•    Sentenza ricorso “Gellia” in caso di vittoria del comune si rischia un risarcimento di almeno 100  MILIONI di €;
•    Precari(situazione assurda al 5° anno) con reale rischio di ripercussioni sul futuro dei lavoratori e sulla gestione dell’ente
•    Ponte Morandi chiuso seppure lavori finanziati per 32 milioni di € da più di 2 anni;
•    Gallerie Spinasanta chiuse;
•    Ponte Petrusa chiuso;
•    La città è isolata, gran parte dei collegamenti stradali, per diversi motivi, sono inibiti al traffico. Siamo tornati indietro di 50 anni e nel caso in cui si rendesse necessaria, a causa di eventi catastrofici, l’evacuazione ci ritroveremmo con le vie di fuga chiuse;
•    Lungomare San leone non fruibile alle due ruote;
•    Il 30% del tessuto viario cittadino vietato alle 2 ruote;
•    Bilancio previsionale approvato gli ultimi giorni(forse) dell’anno a cui si riferisce;
•    Patrimonio arboreo distrutto(lo attestano anche gli ordini professionali);
•    Trasparenza inesistente nella macchina amministrativa;
•    Assenza di trasparenza nei metodi e modi di amministrare(vedi protagonismo civico sconoscendo il protagonista);
•    Città allo sbando dal punto di vista igienico sanitario(innumerevoli discariche non autorizzate utilizzate dal comune stesso(parco addolorata, boschetto forestale Papa Luciani, Zingarello….etc.etc.etc.);
•    Fondazione Teatro diretta da persone non legittimate dallo statuto e di fatto(fallita);
•    Parchi giochi per bambini inesistenti;
•    Strutture sportive regalate per 14 anni a gestori privati e di fatto privatizzate senza nessun ritorno per il Comune di Agrigento; 
•    Prg ed altri strumenti urbanistici quali PUDM e altri ancora arenati;
•    Quartieri satelliti abbandonati al loro destino;
•    Ville e giardini abbandonati a se stessi;
•    Mercati rionali e fiere abbandonate al loro destino con totale assenza di gestione economica ed amministrativa ;
•    Cimiteri comunali distrutti dal punto di vista gestionale;
•    Servizi primari obbligatori quasi inesistenti;
•    Istituti scolastici abbandonati al proprio destino anche dal punto di vista gestionale e sanitario;
•    Randagismo incontrollato;
•    Situazione fascia costiera e spiagge in generale fuori controllo senza nessuna progettazione;
•    Centro storico in assoluto stato di abbandono;
•    Bagni pubblici cittadini inesistenti;
•    Mercati di merce contraffatta in punti strategici della città senza nessun controllo;
•    Situazione strade e marciapiedi in stato di abbandono e pericolosi per la incolumità pubblica;
•    Situazione del piano di protezione civile comunale smembrato e reso inefficace ed inefficiente;
•    Gestione illuminazione pubblica da rivedere con urgenza;
•     Mancata trasparenza nella spesa della TASSA DI SOGGIORNO una tassa di scopo che stanno spendendo col solo indirizzo del sindaco;
Cosa e come è cambiata la situazione debitoria del Comune di Agrigento nel passaggio amministrativo tra i colleghi di partito Zambuto e Firetto ?


Il Coordinatore
 Giuseppe DI ROSA
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento