Di Rosa (Ncs): «Al Comune di Agrigento si sperpera denaro pubblico»

Il coordinatore del movimento Noi con salvini si chiede «come mai non si è chiesto al Libero consorzio la consulenza dell'agronomo in pianta organica in quell’ente così come è stato fatto con alcuni consulenti a costo “zero”»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Come mai il Comune di Agrigento non ha chiesto al Libero consorzio (ex Provincia regionale di Agrigento) di usufruire della consulenza dell'agronomo in pianta organica in quell'ente così come è stato fatto con alcuni consulenti del sindaco a costo "zero", invece di procedere con gare per la consulenza esterna di un agronomo che ad oggi sono costate circa 40mila euro alle tasche degli agrigentini per stabilire "solo" se un albero andava o meno abbattuto?

Non sarebbe il caso che l'Amministrazione Firetto inizi a rendere conto alla città di cosa ha fatto dopo un anno per Agrigento per risollevare le casse comunali oltre a spendere circa 1milione di euro in più dell'Amministrazione che lo ha preceduto?

Non sarebbe opportuno che il Consiglio comunale "vegli sugli atti di questa amministrazione" e svolga il suo compito di "organo di controllo e vigilanza"?

Giuseppe Di Rosa

Coordinatore provinciale "Noi con Salvini"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento