Demolizioni nella Valle dei Templi, Gibilaro: "Decreto ministeriale mai revocato"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"Sicuramente la circostanza che la 'gente ha iniziato a comprendere che conviene demolire quanto costruito senza licenza', certifica che la comunità agrigentina ottempera alla legge e alle sentenze dei giudici. Fatto e circostanza che accogliamo favorevolmente". Lo scrive il consigliere comunale Gerlando Gibilaro a proposito delle demolizioni nell'area archeologica.

"Signor sindaco, - prosegue Gibilaro - lei ha iniziato a comprendere che il decreto ministeriale del 12 giugno 1957 non è stato mai revocato? Dovrebbe prendere atto della circostanza che il decreto redatto ai sensi dell'articolo 2 della della legge 29 giugno 1939, n.1497 non è stato mai revocato e che per l'articolo 157 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio conservano efficacia a tutti gli effetti: gli elenchi compilati ai sensi della legge 29 giugno 1939, n.1497 e le dichiarazioni di notevole interesse pubblico notificate ai sensi  della legge 29 giugno 1939, n.1497".
 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento