Democrazia partecipata, Roberta Zicari: "Serve più partecipazione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Dicembre tempo di bilanci, tempo di Democrazia partecipata.

Ogni anno il Comune di Agrigento ha a disposizione circa 55 mila euro da spendere con forme di democrazia partecipata, ai sensi della  Legge Regionale n.5/2014 e n.9/15,  che destina la quota del 2% delle somme trasferite dalla Regione Siciliana ai Comuni, a forme di “democrazia partecipata". Grazie a questo strumento gli Agrigentini sono chiamati a gestire direttamente queste entrate, scegliendone l'utilizzo, pena la perdita del contributo.  Con rammarico, ammetto di non ricordare grandi dibattiti cittadini sulla destinazione di queste somme negli anni precedenti, somme che possono anche essere ripartite in più progetti, ed invero, non ricordo neppure come siano state investite queste somme negli anni passati. A questa nuova amministrazione ed a questo nuovo Consiglio Comunale, chiedo ed auspico attenzione per la tematica "della democrazia partecipata", e di favorire il confronto e la partecipazione, appunto, degli Agrigentini nelle scelte politiche del Comune."

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento