Lunedì, 15 Luglio 2024
Il contenzioso

Respinto il ricorso di Totò Cuffaro: lo scudo crociato resta all'Udc

Le parole del segretario nazionale della Dc ed ex governatore della Sicilia, dopo la sentenza del tribunale di Roma

"Abbiamo chiesto al tribunale di Roma che lo scudo crociato potesse riunirsi alla Democrazia cristiana. Il giudice, invece, ha sentenziato che debbano rimanere separati e che il diritto di utilizzarlo come simbolo resta dell'Udc. Non presenteremo ricorso e continuiamo a sostenere l'importanza storica ed ideale di riunire lo scudo crociato con la Dc e che questo abbia senso solo se tutte le diverse anime di ispirazione democristiana troveranno le ragioni per farlo e per tornare insieme, ma è una decisione politica". Lo dice il segretario nazionale della Dc ed ex governatore della Sicilia, Totò Cuffaro, dopo la sentenza del tribunale di Roma che ha respinto il suo ricorso sul simbolo che fu della vecchia Democrazia cristiana.

"Per quanto riguarda noi, abbiamo già il nostro simbolo e il nostro nome che nessuno può toglierci - aggiunge -. Andiamo avanti col nostro segno al quale ci siamo affezionati, che è stato riconosciuto e convalidato dal ministero degli Interni ed apprezzato dagli elettori e che ci sta dando grandi soddisfazioni".

Fonte Dire

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Respinto il ricorso di Totò Cuffaro: lo scudo crociato resta all'Udc
AgrigentoNotizie è in caricamento