Il crollo del ponte Morandi, Terrana: "Investire sulle infrastrutture"

Il coordinatore regionale dell'Udc sollecita "una profonda riflessione sulle opere pubbliche"

Decio Terrana

"Di fronte alla tragedia che ha colpito Genova, con il crollo del ponte Morandi, ritengo sia necessario compiere ogni sforzo perché quanto accaduto non si verifichi mai più. Riflettiamo seriamente e concretamente su quanto occorre fare per evitare il ripetersi di fatti analoghi”.

Lo dice il coordinatore politico regionale dell'Udc e responsabile nazionale Enti locali, Decio Terrana. "La tragedia di Genova - aggiunge - impone una profonda riflessione sulle sulle opere pubbliche italiane realizzate negli anni che necessitano adesso di adeguati controlli. Le strade, le numerose strutture scolastiche spesso obsolete e instabili, oggi presentano numerosi problemi strutturali, occorre garantire la massima sicurezza e adeguati finanziamenti per le ristrutturazioni, i cittadini chiedono risposte concrete sul versante della sicurezza e non proclami".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento