Misure correttive della Corte dei Conti, Borsellino: "Amministrazione impreparata"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il consigliere comunale di Agrigento, Salvatore Borsellino, interviene in merito alle misure correttive, richieste dalla Corte dei Conti. “Avevamo ragione ad interrogare il sindaco con apposito documento consiliare, regolarmente protocollato, riguardo le inadempienze, visto il richiamo che la Corte dei conti fece nel 2015, rispetto alle correzioni per il Rendiconto del 2013. Ebbene, ieri in Consiglio Comunale, ci siamo ritrovati con all'ordine del giorno 'presa atto misure correttive, richieste dalla sezione di controllo per la Regione Sicilia della Corte dei Conti, con deliberazione n.183/2015/PRSP'".

"Oggi finalmente il sindaco si è reso conto che l'oggetto della discussione sarebbe dovuta passare da Aula Sollano: ebbene, ieri in Consiglio Comunale, dopo avere iniziato a trattare il quesito, ci accorgiamo della mancanza dei pareri dei Revisori dei conti ed altresì, notiamo l'assenza in aula del primo cittadino Firetto, e la presenza del solo assessore Amico che non potendo fare altrimenti, prende atto delle gravi mancanze da noi sollevate, con una maggioranza tutta firettiana, che anziché mortificare l'azione amministrativa del loro sindaco e della loro giunta, dimostratasi inadempiente in merito alle richieste della Corte dei Conti, per non dire, alquanto impreparata, vista la mancanza dei pareri dei revisori dei conti, rinvia la trattazione dell'odierno odg al prossimo Consiglio comunale che si terrà giorno 21 dicembre alle ore 11".

"Possiamo affermare con certezza che grazie alla nostra interrogazione, ancora una volta abbiamo dimostrato che questa amministrazione è di fatto inadempiente, poco attenta ed oserei dire impreparata".

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento