Coronavirus, Mani Libere: "Usare la tessera sanitaria per garantire trasparenza nell'erogazione degli aiuti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

 Nell'ambito della collaborazione e proposta per una città ed una Regione sempre più trasparente nella sua gestione, Questa associazione si pregia portare alla vostra attenzione un piano di intervento inviato al Presidente della Regione al Sindaco ed ai Dirigenti della Protezione Civile Regionale Provinciale e Comunale , veloce ed immediatamente funzionale ed attuabile, in considerazione che la CRS(Carta Regionale dei Servizi) è già in dotazione ad una altissima percentuale dei residenti ed aventi diritto al contributo Siciliani.

Obiettivi della CRS sociale con particolare riferimento all’approvvigionamento dei beni essenziali di prima necessità.

La Carta Regionale dei Servizi (CRS) della Regione Siciliana nasce come strumento innovativo per favorire una più veloce interazione tra Cittadino e Pubblica Amministrazione.  È una Carta regionale dei Servizi e una Tessera Sanitaria Nazionale, che garantisce, nel campo della salute, l'accesso ai Servizi Socio-Sanitari in modo più semplice, rapido e sicuro. 

La carta regionale dei servizi è una tessera in plastica che consente di identificare il titolare attraverso il nome, il cognome, il codice fiscale ed il codice a barre. Parallelamente all’utilizzo della CRS in ambito strettamente sanitario, sussistono obiettivi più ampi di sviluppo del Progetto Carta Regionale dei Servizi – Sistema Informativo Socio-sanitario. Il progetto, potrebbe prevedere due fasi di entrata a regime della carta in ambito sociale per l’approvvigionamento dei beni essenziali di prima necessità: una prima sperimentazione ristretta per la città di Agrigento, target di riferimento e il contesto di applicazione dovranno essere individuati; e una seconda fase, rivolta sempre a tutti i residenti, attuato su tutto il territorio regionale, in ottica di medio e lungo termine.

Finalità e obiettivi. Implementare tempestivamente l’accesso dei cittadini residenti nella città di Agrigento alle attività sociali con particolare riferimento all’approvvigionamento dei beni essenziali di prima necessità attraverso l’utilizzo gratuito della Carta Regionale dei Servizi. I titolari della Carta potrebbero accedere a numerosi servizi (pagamenti, trasferimenti, incassi, etc.) identificandosi attraverso la Carta stessa.

In Sicilia, la Tessera Sanitaria è anche Carta Regionale dei Servizi (CRS), poiché è stata dotata di un microprocessore che, oltre a contenere i dati del cittadino, funzionerà come chiave d'accesso a nuovi servizi che utilizzano le tecnologie informatiche.

Attori da coinvolgere: Regione Siciliana, Assessorato Regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro, Assessorato Regionale della Salute, Assessorato Regionale dell’Economia, Comune di Agrigento, Assessorato Welfare e Coesione Sociale Comune di Agrigento, Assessorato Bilancio Comune di Agrigento.

Ipotesi di partnership con settori della grande distribuzione organizzata. Si può inoltre pensare al coinvolgimento di settori commerciali, quali ad esempio le grandi catene della distribuzione organizzata GDO. Nell’ipotesi di partnership con il settore della GDO, sarebbe da valutare, la formula più opportuna e il paniere di beni ritenuti essenziali. Tanto si doveva a salvaguardia dell'interesse pubblico, della trasprenza e del rispetto della leggi vigenti.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento