menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Conto Consuntivo 2010 approvato, "La vittoria di Pirro"

Conto Consuntivo 2010 approvato, "La vittoria di Pirro"

Conto Consuntivo 2010 approvato, "La vittoria di Pirro"

Miccichè (Sel): "dopo due bocciature del consiglio comunale, a nostro avviso è la vittoria di...

Dura nota di Calogero Miccichè, coordinatore provinciale di Sinistra Ecologia Libertà di Agrigento sul Conto Consuntivo 2010 approvato dal commissario ad acta, "ovvero - sostiene Miccichè - la vittoria di Pirro della cattiva amministrazione Zambuto".

"Dopo 11 mesi e 20 giorni di ritardo in modo spropositato - scrive Miccichè - arriva la soddisfazione del sindaco Zambuto per l’avvenuta approvazione del consuntivo 2010 da parte del commissario regionale ad acta, dopo due bocciature del consiglio comunale, a nostro avviso è la vittoria di Pirro della cattiva amministrazione Zambuto, la quale attraverso una nota stampa, trionfalmente, sottolinea l’imparzialità del commissario ad acta puntualizzando la veridicità del conto consuntivo 2010. Zambuto non dice tutta la verità, ovviamente le ragioni sono esclusivamente politiche. Sappiamo che i conti consuntivi da parte dell’Organo regionale, sostituitosi al consiglio comunale, o della Corte dei Conti  non vengono esaminati nei dettagli contabili ma il controllo si limita - sottolinea il rappresentante di Sel - alla verifica della legittimità procedurale del provvedimento finanziario e nella corrispondenza dei numeri,  non mettendo in discussione la veridicità ne il merito di quello che attestano i funzionari  comunali circa gli avanzi di amministrazione. Tale  verifica, invece, è  stata fatta, finalmente dopo quattro anni, e per ben due volte dai consiglieri comunali, che lo hanno  bocciato perché  ne hannoconstatato direttamente le incongruità delle attestazioni degli avanzi di amministrazione".

"Preciso  per l’ennesima volta - continua Miccichè - che se in un conto consuntivo sono previste entrate gonfiate artatamente, il bilancio preventivo non può che essere  falso perché si sorregge su entrate virtuali o in alcuni casi inesistenti.  Questa è la verità che viene nascosta da tanto tempo e che ci porterà nel totale disastro economico finanziario difficile da superar positivamente se non si pone un freno al falso in atto pubblico e se non si interrompe la cattiva abitudine  di non dire chiaramente come stanno realmente le cose. Sono ormai diversi anni che viene occultato il disavanzo in bilancio,  a questo  fallimento oggi vanno aggiunti  i tagli finanziari  ai comuni effettuati prima del governo Berlusconi (compreso la nuova norma che prevede anche per i comuni il pareggio di bilancio obbligatorio per il prossimo provvedimento  finanziario 2012)  e adesso dal governo Monti con la sua  manovra iniqua e crudele (governo sorretto da Pdl, Pd e terzo Polo), tutto ciò condurrà il comune di Agrigento alla paralisi totale, mentre a pagare saranno sempre i cittadini  agrigentini super tartassati. Bisogna fermare questa  spirale dannosa, purtroppo  tenuta nascosta colpevolmente dalla amministrazione  precedente e quella attuale. Questo è il tema principale  che deve essere affrontato nella prossima campagna elettorale per le elezione del sindaco e del consiglio comunale.

In conclusione Calogero Miccichè invita cortesemente il consigliere Giuseppe Arnone: "a non entrare  nel merito della questione strumentalizzando il nome dello scrivente, come ha del resto fatto in una delle sue ultime note  stampa ; lo invito, altresì, a non farsi scudo della coerenza  nelle azioni del sottoscritto che per primo, e in solitudine, ha denunciato i falsi bilanci comunali, tranne che faccia una seria autocritica, e visto che non gli mancano i mezzi mediatici  non gli costerà molto chiedere pubblicamente scusa agli agrigentini per aver sostenuto e alcune volte votato i provvedimenti finanziari del sindaco Zambuto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento