rotate-mobile
Politica

Il Consiglio detta i tempi degli interventi in aula, Carlisi: "Non tagliamo la democrazia"

L'esponente del M5s attacca la decisione di imporre un "taglio" ai minuti previsti. "Si risparmia pure sul decoro e poi si fa in modo che non se ne possa parlare"

"Come si ammazza la democrazia? A volte basta poco. Non c'è bisogno di essere dei dittatori e passare alla storia. Si può anche semplicemente essere consiglieri comunali al Comune di Agrigento. L'occasione è ghiotta. Risparmiare soldi. Non gettoni, quelli restano". La consigliere comunale Marcella Carlisi del Movimento Cinque Stelle attacca alcuni colleghi sui costi della politica cittadina e sulla decisione di stabilire un limite temporale agli interventi consiliari.

"Risparmiamo sulla stenotipia, sulle lampadine accese per non dire che risparmiamo sulla democrazia. Bisogna risparmiare - aggiunge polemica - non certo sulle indennità della giunta o sull'ufficio del sindaco, con straordinari da record e con portavoce e capo staff. Si risparmia sul decoro in piazza Vittorio Emanuele e sulle parole di chi se ne può lamentare in Consiglio".

Carlisi aggiunge: "La verità è che questo Consiglio non deve esistere, sono stufa di scriverlo. Lo dimostrano gli atti votati tenuti in considerazione pressoché nulla dall’amministrazione, i lavori consiliari gambizzati.I consiglieri hanno chiesto uno stop ai centri di accoglienza, calati senza una pianificazione corretta sul territorio. La mozione, votata all’unanimità, è stata indicata dall’assessore come inapplicabile per legge per poi diventare applicabilissima in una delibera di giunta comunale, che si guarda bene dal citare la volontà popolare espressa dal Consiglio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Consiglio detta i tempi degli interventi in aula, Carlisi: "Non tagliamo la democrazia"

AgrigentoNotizie è in caricamento