Il Consiglio comunale di Castrofilippo vota la volontà di tornare alla gestione pubblica del servizio idrico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nella seduta straordinaria di ieri sera il Consiglio Comunale con la presenza ed il voto unanime dei seguenti consiglieri: Palumbo Maria Angela, Morreale Nunziata, Lo Brutto Antonella, Scimè Carmelo, Alessi Gioacchino, Lo Bello Antonia, Alessi Maria, Sferrazza Giuseppina,Lo Brutto Antonino e Falletta Martina ha approvato una delibera condivisa insieme agli altri 26 comuni della provincia "Ratifica documento unitario dei Sindaci dei 27 Comuni appartenenti all’ex ATO Idrico AG9, gestiti da concessionario privato, per l’attuazione delle previsioni della Legge Regionale 11 agosto 2015, n. 19 “Disciplina delle risorse idriche”, con la quale esprime la volontà del ritorno alla gestione pubblica del servizio idrico nonché l’avvio delle procedure amministrative per la riappropriazione delle reti e del servizio. 
Un passo importante e condiviso dai presenti i quali hanno già espresso la volontà del ritorno alla gestione pubblica anche in altre occasioni e continueranno a impegnarsi per raggiungere l'obiettivo.
Il partito democratico esprime la sua gratitudine nei confronti dei consiglieri del Pd che ieri sera hanno presieduto e votato in maniera compatta la delibera per dimostrare che l'impegno continua nell'interesse di tutti i cittadini castrofilippesi.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento