rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
La polemica / Ravanusa

Trasferiti in altri uffici 64 dipendenti comunali, l'opposizione: "Un atto punitivo del sindaco?"

L'accusa è avanzata dai consiglieri comunali di Fratelli D’Italia Lina Iacona, Pompeo Savarino e Antonino Gambino

"E' naturale che nel tempo l’amministrazione comunale, decida di riorganizzare il personale dipendente e che ci sia un riassetto degli uffici per diversi motivi. Ciò che però ha fatto scalpore nel Comune di Ravanusa con l’adozione della delibera di giunta dello scorso 21 ottobre è stato il trasferimento di ben 64 dipendenti comunali, ossia spostamenti tra uffici di gran parte del personale dipendente".

A dirlo con una nota sono i consiglieri comunali di Fratelli d'Italia Lina Iacona, Pompeo Savarino e Antonino Gambino.

"Non c’era alcuna necessità oggettiva, considerato che avviene a quattro anni dall’inizio del mandato e dunque a pochi mesi dalla scadenza naturale dello stesso - dicono ancora -. Ciò ha contribuito a generare anziché un assetto organizzativo efficiente ed efficace, solamente disservizio, dissensi generali tra la popolazione, malumori tra i dipendenti anche capi-area e tra gli stessi alleati politici. Un provvedimento che fa presagire l’idea di un ‘atto punitivo' poco dopo la conclusione delle elezioni regionali del 25 settembre scorso che ha visto il sindaco D’Angelo sconfitto".

I consiglieri hanno presentato un'interrogazione sulla vicenda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasferiti in altri uffici 64 dipendenti comunali, l'opposizione: "Un atto punitivo del sindaco?"

AgrigentoNotizie è in caricamento