Amministrazione Micciché, tracciato un primo bilancio: "E' il preludio a cose più grandi"

Non sono ancora trascorsi i fatidici 100 giorni, e in effetti gli obiettivi del programma elettorale sembrano ben lontani dall'essere realizzati

Franco Micciché

Certo, i fatidici e mediatici "cento" giorni sono tutt'altro che trascorsi. La scadenza di berlusconiana memoria è tra più di un mese ma il primo bilancio tracciato stamattina alla buon'ora dall'Amministrazione comunale di Franco Micciché ha poco della concretezza promessa in campagna elettorale. 

Questo instillando un dubbio chiaro nella mente di chi legge: è superficiale il resoconto o erano "eccessive" le promesse?  

"Riteniamo di avere intrapreso un percorso virtuoso che ci ha portato a lavorare bene ed è giusto che i cittadini sappiano quello che abbiamo fatto" ha detto il sindaco iniziando a snocciolare "risultati"  alcuni "molto visibili, come le luminarie, il verde pubblico e gli alberi di Natale" anche se non prima di essersi complimentato con l'operato della sua giunta per quanto nella distribuzione delle deleghe il primo cittadino abbia affidato tutti gli incarichi più pesanti (bilancio e rifiuti) al suo vicesindaco, Aurelio Trupia.

Micciché, tuttavia, evidenzia come l'assessore Costantino Ciulla, impegnatissimo per dare "un segno del Natale in tutti i quartieri, comprese le periferie" ha anche incontrato le socieà sportive e fatto un "inventario delle strutture sportive della città per rilevarne le criticità, le disfunzioni, verificare lo stato di affidamento, gestione e non solo".

Un censimento che ha effettuato anche l'assessore Giovanni Vaccaro per quanto riguarda ville e giardini (ma non ci sono uffici e operai in questo comune? Deve essere un assessore a censire?) riverificando le aiuole affidate ai privati e agendo adesso per la riapertura delle ville Arancio e Motnana. Il sindaco dice inoltre che Vaccaro "ha iniziato anche un programma di potatura che ha coinvolto e interessato zone che non venivano attenzionate da decenni, vedi il viale della Vittoria, via Dante, o il Villaggio Peruzzo". Questo, tuttavia, usando somme che erano già a disposizione del Comune in seguito ad un bando a procedura aperta che risale alla precedente amministrazione.

Il primo cittadino evidenzia come si sia lavorato con grande attenzione anche nel settore della solidarietà sociale, curato da Marco Vullo, che è riuscito a "sbloccare dei finanziamenti che ci hanno consentito di pagare i buoni per aiutare quasi 500 famiglia ad avere un Natale decoroso. Abbiamo avviato anche una collaborazione con tutte le associazioni che si occupano di volontariato e con loro abbiamo raggiunto quante più persone che vivono in stato di disagio. Con l’assessore Picarella - continua Micciché - è stata anche attivato oltre alla spesa sospesa, anche il regalo sospeso grazie al quale sono stati distribuiti centinaia di giochi per i bambini più poveri. E a proposito dei problemi domestici, con l’assessore Lala abbiamo attivato un protocollo di intesa con il Centro Antiviolenza sulle donne e videoconferenze informative e di sensibilizzazione con vari istituti scolastici sul tema ed è stato creato anche il progetto “Agrigento solidale” per l’ascolto telefonico dei positivi al Covid-19 con psicologhe volontarie".

L’assessore Lala, ci tiene a sottolineare Miccichè "si sta anche impegnando in favore degli animali d’affezione, con lavoratori in esecuzione esterna per microchippare, attraverso l’Asp, i cani anche fuori dal termine, al fine di far rientrare tutti nella legalità e contrastare l’abbandono. In itinere c’è la presentazione di un progetto per aprire il canile comunale e una clinica veterinaria". Anche questi ultimi due progetti non esattamente sfornati da questa Amministrazione ma, va detto, mai completati dalla precedente.

L’assessore Tuttolomondo, dice invece Miccihé "si è concentrato sulla disabilità e ha lavorato all’Istituzione del 'tavolo tecnico di concertazione sul tema barriere architettoniche' con gli enti del terzo settore che si occupano di disabili", ha provveduto alla revisione dei posti auto dei soggetti con handicap e avviato attività di sensibilizzazione, provvedendo anche, insieme agli uffici, alla predisposizione degli atti necessari alla redazione del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche del Comune di Agrigento (che è un obbligo da almeno 30 anni) e "la collaborazione con l’associazione 'Micromobilità Agrigento' per la realizzazione di colonnine di ricarica totalmente eco sostenibili, coinvolgendo anche gli studenti della facoltà di Ingegneria dell’Università agli studi di Palermo".

L’assessore Francesco Picarella ha invece lavorato alla riorganizzazione dei mercati rionali, mentre si è al lavoro per la creazione di un regolamento volto "a tutelare l’immagine del centro storico della città, salvaguardandone le peculiarità e considerandolo base per lo sviluppo commerciale e turistico della città".

Di acqua e rifiuti, dicevamo, si sta occupando il vicesindaco Aurelio Trupia. "Abbiamo verificato il contratto dei rifiuti, ravvisando alcune criticità che abbiamo rappresentato alle ditte al fine di migliorare il servizio - dice Micciché - e nel frattempo abbiamo avviato una campagna contro gli incivili con 3 squadre di vigili urbani che controllano il territorio elevando multe ai trasgressori. Stiamo anche lavorando alla installazione di videocamere in punti nevralgici ed a breve sposteremo il centro di raccolta da piazza Ugo La Malfa alla zona industriale Asi".

Micciché, inoltre, prova ad uscire dall'angolo sul tema della gestione del servizio idrico dopo che in sede di Ati si sono rilevate alcune criticità rispetto alla società consortile pubblica. "E’ bene ribadirlo - dice - questa amministrazione è per l’acqua pubblica. Come amministrazione ci inseriamo in un percorso giunto al termine, ma non per questo non diremo la nostra per il bene del Comune e dei cittadini".

Il primo cittadino non nasconde che il bilancio preventivo approvato sia "asfittico, capace alla meno peggio a far fronte alle esigenze correnti dove emerge prepotentemente l’alta percentuale di evasione". 

Per quanto riguarda invece mobilità e lavori pubblici, se l'assessore Nino Costanza Scinta ha portato avanti "le misure previste da Agenda Urbana" (anche questa eredità della precedente amministrazione) "si sono avviate interlocuzione con i dirigenti della Tua al fine di migliorare il servizio, e con il demanio marittimo al fine di redigere il Pudm, si è fatto un sopralluogo negli edifici scolastici comunali per capire le criticità, controlli e ispezione con la Gestione Commissariale di Girgenti Acque per problematiche inerenti il Villaggio Mosè e la zona costiera di San Leone".

L’assessore Gerlando Principato si è invece occupato del "potenziamento del servizio telematico per il rilascio delle autorizzazioni tecniche, la Mappatura delle condizioni di sicurezza e degli arredi e sistemi di istruzione degli edifici scolastici di competenza del comune. L’Analisi costi utenze (luce, gas etc) a carico del Comune" oltre che della ricognizione del parco progetti comunale: "progetti realizzati definitivi, esecutivi, mai presentati ai vari enti per il relativo finanziamento - dice Micciché -. Abbiamo tenuto una prima Riunione del Coordinamento ufficio di progettazione europea per una analisi dei bandi e la predisposizione del cronoprogramma dall’adesione al collaudo dei lavori. Molto clamore ha destato anche la redazione Paesc finalizzata allo sblocco di tre progetti di Efficientamento energetico delle scuole Esseneto, Castagnolo e Garibaldi e all’accesso a nuovi finanziamenti su efficientamento energetico".

In coda Micciché ricorda inoltre il lavoro in corso con il Genio Civile per la porticciolo di San Leone e il finanziamento di 200miale euro per interventi urgenti per la regimentazione delle acque meteoriche in somma urgenza (caditoie e valloni).

"Quanto elencato - conclude - è solo un piccolo sunto del grande lavoro che io e la mia giunta stiamo svolgendo in questi due mesi di attività, ma che è anche il preludio a cose molto più grandi e importanti che vorremo realizzare nei prossimi mesi e anni, e sempre nell’interesse della città e degli agrigentini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento