rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Il futuro finanziario del Comune di Canicattì, conferenza dei capigruppo: "Strada in salita"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Si è riunita ieri mattina, in sala consiliare, la Conferenza di capigruppo del C.C. All’incontro, convocato nei giorni scorsi dal Presidente del Consiglio comunale Mimmo Licata, hanno partecipato oltre a tutti i capigruppo, il vicesindaco e assessore alle Risorse Finanziarie con delega al Bilancio, Finanze, Tributi e Pari Opportunità, Patrizia Bennici, la Posizione Organizzativa ai Servizi Finanziari e ai Tributi, Carmela Meli, il collegio dei Revisori dei Conti, il Segretario Generale, Cinzia Chirieleison, quest’ultima in collegamento da remoto per pregressi impegni personali.

Oggetto dell’incontro la relazione presentata giorni fa dalla P.O. dei Servizi Finanziari sulle eventuali possibilità di rimodulazione del piano di riequilibrio finanziario già predisposto un paio di anni fa.

Ad aprire i lavori, dopo i saluti e la descrizione del punto all’odg fatta dal Presidente Licata, una disamina del vicesindaco sull’attuale stato delle casse comunali che parrebbe escludere qualsiasi possibilità di riadattamento del piano di riequilibrio e condurre, pertanto, alla dolorosa scelta di dichiarare il dissesto finanziario.  

A confermare ai presenti che l’unica via percorribile era quella del dissesto ci hanno pensato sia la dr.ssa Meli che il Segretario Generale, alla luce dei dati reperiti e dei risibili finanziamenti statali attribuiti al Comune di Canicattì.

Su alcuni punti tutti i convenuti si sono trovati d’accordo: l’assoluto sottodimensionamento del personale comunale, costituito per la maggior parte da dipendenti part-time, cosa che rende piuttosto difficoltoso garantire i servizi necessari alla comunità e, a fronte di una aumentata capacità di accertamenti una sempre più seria difficoltà nelle riscossioni, complice anche la dilagante crisi economica causata dall’emergenza covid.  

La certezza emersa nell’ambito dell’incontro è che a dire l’ultima parola sull’argomento sarà il Consiglio Comunale. Nei prossimi giorni, infatti, la dr.ssa Meli predisporrà una proposta di atto deliberativo col quale si individua come unica via percorribile la dichiarazione di dissesto finanziario, la stessa sarà presentata al collegio dei Revisori dei Conti per il parere tecnico e, una volta conseguito tale parere, l’atto completo sarà portato in C.C. per la discussione e successiva approvazione.

Qualora il Consiglio Comunale non intendesse votare la proposta di deliberazione, lo stesso sarebbe soggetto allo scioglimento e sostituito da un commissario straordinario cui andrebbe il compito di approvare l’atto.

Il Presidente del Consiglio, vista la delicatezza della questione e le relative conseguenze che ricadranno sulla Comunità, ha chiesto massima responsabilità a tutti, responsabilità e accortezza che, come dallo stesso asserito, sono state piuttosto blande negli anni passati e che forse oggi avrebbero evitato questa triste scelta. Nello specifico il Presidente Licata, nell’evidenziare il fondamentale ruolo del Collegio dei Revisori quali garanti della accurata verifica della situazione finanziaria dell’Ente, ha chiesto loro maggiore e più adeguato impegno e incisività, al fine di informare correttamente il consiglio e metterlo nelle condizioni di poter decidere con la necessaria consapevolezza.  

Tutti hanno condiviso che la dichiarazione di dissesto è una sconfitta generale e che ne saranno penalizzati non solo i cittadini ma anche i creditori ai quali potrà essere liquidato solo il 30% del dovuto e non più il 90% come invece concedeva il piano di riequilibrio.

Si prospettano settimane frenetiche e cariche di pesanti scelte, l’unica certezza è che si tratta di una strada decisamente in salita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il futuro finanziario del Comune di Canicattì, conferenza dei capigruppo: "Strada in salita"

AgrigentoNotizie è in caricamento