Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riqualificazione, il Comune presenta progetti per il centro storico e il parco Icori

Illustrati i dettagli del decreto “Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare” su cui fa leva il Municipio per ottenere i fondi necessari per far rivivere il quartiere Santa Croce

 

Riqualificare la suggestiva area di Santa Croce e dell’intero quartiere del cento storico abbandonato dopo la frana del 1966. Il progetto di rifunzionalizzazione del tessuto urbano degradato, sarà oggetto della partecipazione del Comune di Agrigento al “Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare”. Si tratta di finanziamenti, messi a disposizione da tre  ministeri: quello delle Infrastrutture, quello dell’Economia e quello dei Beni Culturali che hanno messo, a disposizione dei Comuni, 853 milioni di euro, per  riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale, in un’ottica di consumo “zero” del suolo.

Quando e se, il progetto del inoltrato dal Comune riceverà i fondi necessari, l’antico complesso di Santa Croce, potrebbe tornare ad essere fruibile per iniziative di interesse sociale. Consentendo alla città di recuperare anche la propria identità culturale.

“Il nostro centro storico – dice ai microfoni di AgrigentoNotizie, il sindaco Miccichè – se riqualificato, sarà fiore all’occhiello della città e quindi, anche fulcro per il turismo e l’economia”.

Dal Comune sarebbero in cantiere anche altri progetti di recupero e valorizzazione indirizzati a diversi quartieri urbani. Nello specifico, il sindaco di Agrigento, Francesco Miccichè ha parlato anche della possibilità di ridare vita al Parco Icori. Una volontà, quella di ridare vita al parco, che negli anni è stata ripetutamente annunciata dagli amministratori comunali che si sono alternati a Palazzo dei Giganti. Il primo cittadino però, si dice fiducioso perché due società  multinazionali, si sarebbero mostrate interessate al parco urbano.  

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento