rotate-mobile
Commissione Salute dell'Ars / Lampedusa e Linosa

Lavori al Pte di Lampedusa per installare la Tac e nuovo punto Oncologico per garantire cure e assistenza

Sopralluogo anche all'hotspot di contrada Imbriacola, il sindaco Filippo Mannino: "L'obiettivo principale e prioritario rimane quello del trasferimento rapido in altre strutture"

"E' stato garantito che, entro la fine dell'anno, inizieranno i lavori al Pte per poter installare, in quella che sarà la nuova sala radiologica, la Tac e c'è un impegno, della commissione Sanità all'Ars e della stessa Asp, a valutare la possibilità di aprire un punto oncologico quanto meno per effettuare alcune terapie di cura direttamente sul posto e c'è un impegno della commissione a sensibilizzare il governo regionale per avere un contributo straordinario per ridurre i problemi derivanti dall'emarginazione geografica, consentendo alle persone di Lampedusa di avere uguali diritti di accesso alle cure sanitarie". Lo ha spiegato il sindaco delle Pelagie, Filippo Mannino, a margine dell'incontro e dei sopralluoghi della commissione Sanità all'Ars a Lampedusa. Sull'isola, accolti dal prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa e dal sindaco Mannino, oggi oltre ai componenti della commissione Salute all'Ars ci sono stati il dirigente generale regionale ad interim per la Pianificazione strategica Salvatore Requirez, il commissario straordinario dell'Asp Palermo Daniela Faraoni e il responsabile del Poliambulatorio della più grande delle isole Pelagie Francesco D'Arpa.

"A Lampedusa e Linosa c'è gente che rinuncia a curarsi o rinuncia a fare delle visite perché i costi di spostamento non sono accessibili a tutti" - ha spiegato, in merito al Pte, il sindaco Mannino - . La commissione Sanità all'Ars è stata anche all'hotspot di contrada Imbriacola. "Anche loro concordano che sul fatto che quando vengono ospitate tantissime persone si creano dei disservizi - ha spiegato il sindaco Filippo Mannino - e quindi l'obiettivo principale e prioritario rimane quello del trasferimento rapido in altre strutture".

Commissione Sanità all'Ars a Lampedusa

Laccoto: "Gli sbarchi non devono gravare unicamente su quest'isola"

“Il sopralluogo all’hotspot, che attualmente ospita 680 persone a fronte di una capienza massima di 389, è stata un’esperienza umana significativa e toccante durante la quale abbiamo avuto modo di interloquire con addetti, assistenti sociali, medici, forze dell’ordine. Da tutti è giunta la richiesta di una collaborazione più stretta tesa a gestire al meglio gli sbarchi che non devono gravare unicamente su quest’isola. E’ un problema che deve essere affrontato a livello europeo e l’Europa deve impegnarsi per migliorare le condizioni di accoglienza e assistenza". Lo ha detto Giuseppe Laccoto, presidente della VI commissione legislativa del Parlamento regionale.

La commissione Salute, dopo aver incontrato in Municipio il sindaco di Lampedusa Filippo Mannino, ha effettuato un sopralluogo al poliambulatorio diretto da Francesco D’Arca. “Abbiamo apprezzato la qualità del servizio offerto e la professionalità degli operatori – ha aggiunto il presidente Laccoto - . Raccogliamo la richiesta di dotare la struttura di una Tac ad alta risoluzione per evitare viaggi fuori dall’isola e in questa direzione abbiamo ottenuto rassicurazioni dal commissario dell’Asp 6 di Palermo Daniela Faraoni che ha illustrato una progettualità rivolta, con i fondi del Pnrr, ad integrare la zona diagnostica del poliambulatorio con strumenti innovativi. Credo che questa struttura possa rappresentare un modello da seguire per le altre isole e per le zone più periferiche della Sicilia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori al Pte di Lampedusa per installare la Tac e nuovo punto Oncologico per garantire cure e assistenza

AgrigentoNotizie è in caricamento