Politica

Porto Empedocle, Sessa (Cisl): «I partiti non si nascondano dietro le liste civiche»

L'appello del coordinatore cittadino di Cisl a chi si candiderà a reggere le sorti del comune empedoclino dopo le prossime Amministrative

«Alla fine la politica tenta di scaricare la responsabilità del disastro Porto Empedocle chiamando in causa gli "evasori" Empedoclini che non pagano i tributi, dimenticando che in meno di 6 mesi si sono visti recapitare 3 annualità di tassa sui rifiuti 2014, 2015, 2016».

Lo afferma in una nota Eduardo Sessa, coordinatore empedoclino di Cisl, il quale aggiunge: «La "difensiva" dell'ex sindaco, oggi primo cittadino ad Agrigento ha dell’incredibile, lo stesso ammette che l'economia empedoclina per anni è stata "drogata". Per evitare simili accadimenti, occorre cambiare rotta, mettere da parte gli individualismi deve essere la missione della politica.

Adesso è arrivato il momento di voltare pagina, cominciare a guardare al futuro facendo tesoro degli errori commessi, a cominciare dai partiti che devono uscire allo scoperto e non possono nascondersi dietro le liste civiche, devono presentare programmi e candidati che possano rilanciare Porto Empedocle, eliminando così qualunque forma di personalismo ed egocentrismo. La Cisl empedoclina torna ad invocare un Governo di salute pubblica, solo con alleanze programmatiche e con obbiettivi certi si può ripartire».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto Empedocle, Sessa (Cisl): «I partiti non si nascondano dietro le liste civiche»

AgrigentoNotizie è in caricamento