Casteltermini, Mangiacavallo (M5s): "A 9 mesi dal dissesto non si discute ancora di bilancio"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Sono trascorsi 9 mesi dalla dichiarazione di dissesto del comune di Casteltermini, eppure sembrerebbe che il consiglio comunale non abbia mai posto all'ordine del giorno di alcuna seduta la discussione dell'ipotesi di bilancio di previsione stabilmente riequilibrato. Si tratta di un grave inadempimento,  che comporta serie responsabilità politiche dello stesso consiglio comunale”. “Tale atteggiamento – aggiunge il parlamentare - non può restare privo di sanzione politica oltreché amministrativa”. Il sistema, infatti, sanziona l'inosservanza del termine per la presentazione al Ministro dell'Interno come un atto contrario alla Costituzione, ovvero una persistente violazione di legge o, ancora, un grave motivo di ordine pubblico, punito con lo scioglimento dell'organo consiliare e, quindi, con l'automatica decadenza del sindaco. Su tali basi, lo scorso 14.03.2017 il deputato invitava il consiglio comunale ad assumersi la responsabilità della possibile inerzia, procedendo quindi alle immediate dimissioni volontarie degli organi comunali e, in caso contrario, chiedeva al Ministero, al Prefetto e all’Assessore per le Autonomie Locali, ciascuno secondo le proprie competenze e con l'urgenza richiesta dal tenore delle attuali circostanze e dall'imminenza delle elezioni per il rinnovo degli organi comunali, di procedere con le inevitabili procedure di scioglimento del consiglio e di nominare, con la medesima urgenza, un commissario che possa condurre serenamente il Comune alle elezioni amministrative di primavera.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento