Casa Pirandello chiusa domenica, Giacalone: "Purpura è incapace"

Il coordinatore cittadino del Pdr, William Giacalone, ha commentato la vicenda verificatasi nella "casa natale" di Luigi Pirandello, chiusa la domenica per motivi attinenti ai dipendenti e, sottolinea Giacalone, "soprattutto per la incapacità dell'assessore regionale Antonio Purpura di porvi rimedio"

William Giacalone (Pdr)

"Siamo stanchi di vedere ridicolizzata la nostra terra per colpa di persone incapaci di risolvere i problemi, che preferiscono chiudere siti di alto interesse artistico e storico anzichè lottare per trovare soluzioni diverse che tutelino la dignità di un territorio. Non è ammissibile quello che è successo".

Così il coordinatore cittadino del Pdr, William Giacalone, ha commentato la vicenda che vede protagonista la “casa natale” di Luigi Pirandello, chiusa la domenica per motivi attinenti ai dipendenti e, sottolinea Giacalone, "soprattutto per la incapacità dell’assessore regionale Antonio Purpura di porvi rimedio"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’assessore Purpura, con il suo modo di gestire l’assessorato regionale, offende non solo la dignità degli agrigentini ma della Sicilia intera - aggiunge -. Vorremmo sapere dall’assessore regionale se questo è il suo modo di amare la Sicilia, se questo è il suo modo di rispettare la città di Agrigento e tutti gli operatori del settore turistico, vorremmo sapere se è questo il modo con il quale intende tutelare i turisti che onorano della loro presenza la città di Agrigento. Agrigento è stanca di vedere rovinata la sua immagine ed agli agrigentini non interessa chi si trincera dietro i problemi irrisolti. Notifichiamo all’assessore Purpura che lo stiamo apprezzando per le soluzioni che non è grado di offrire e lo ringraziamo per tutto quanto non fatto sino adesso per la città di Agrigento, sollevandolo dall’occuparsi in questa maniera dei siti storici della città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane torna da Malta e risulta positivo al Covid, emigrato sabettese ricoverato a Malattie infettive

  • Temporali in arrivo, diramata una nuova allerta meteo "gialla"

  • Disoccupato 37enne si toglie la vita, i carabinieri avviano le indagini

  • Coronavirus, l'incubo non è finito: donna positiva al tampone

  • Frana il costone di Maddalusa, solo paura per i bagnanti: nessun ferito

  • Immigrati ballano nudi sul balcone di casa, agrigentini esasperati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento