Politica

Casa natale Pirandello ancora chiusa, Di Caro: “L'assessore Samonà spieghi il motivo"

“La chiusura prolungata della casa natale Luigi Pirandello dimostra il reale disinteresse del governo regionale verso il territorio agrigentino che, specie nel periodo estivo, ha vietato ai turisti l'opportunità di poter visitare la suggestiva abitazione del Caos dove nacque il premio Nobel per la netteratura”. Lo ha scritto il capogruppo del Movimento Cinque Stelle all'Ars, Giovanni Di Caro, in merito alla mancata riapertura della casa natale Luigi Pirandello che è rimasta chiusa anche durante il periodo estivo che ha fatto registrare un incremento di presenze turistiche nell'agrigentino.

“Agrigento non è soltanto Valle dei Templi, l'assessore regionale dei Beni Culturali Alberto Samonà – aggiunge il presidente del gruppo parlamentare all'Ars spieghi le motivazioni della chiusura che era stata inizialmente programmata per dei lavori di manutenzione iniziati nel gennaio del 2021 e che dovevano protrarsi solo per i tre mesi successivi. Opere che invece, sarebbero state completate nello scorso mese di luglio, quindi dopo i tempi di chiusura preventivati e che ad oggi, lasciano ancora chiusi i cancelli di ingresso della casa natale Luigi Pirandello. L'inspiegabile chiusura della storica dimora – conclude il capogruppo Di Caro - è un ulteriore tassello che si aggiunge al puzzle ideato dal governo Musumeci e che restituisce una immagine che va in netto contrasto con il tanto annunciato rilancio turistico dell'Isola”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa natale Pirandello ancora chiusa, Di Caro: “L'assessore Samonà spieghi il motivo"

AgrigentoNotizie è in caricamento