Strutture odontoiatriche accreditate, Carmelo Pullara presenta interrogazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Notizie in merito ai percorsi di contrattualizzazione degli ambulatori di odontoiatria presso l'Asp di Agrigento, ma anche su tutte le altre Provincie e per le altre specialità.

A chiederle con un'interrogazione e con una interpellanza al presidente della regione Musumeci e all'assessore alla salute Razza è stato il deputato regionale On.le Carmelo Pullara capogruppo popolari e autonomisti all'Ars.

"Da recenti notizie di stampa -dichiara Pullara- si apprende che il Cga, chiamato a pronunciarsi sul ricorso proposto da due strutture odontoiatriche operanti sul territorio di Agrigento, abbia ritenuto legittima  la richiesta di contrattualizzazione con il servizio sanitario regionale e quindi con l’Asp di Agrigento. Queste strutture, come altre, erano state esclusa da un provvedimento dell'assessore per la salute, che precludeva a nuova contrattualizzazione nel territorio di Agrigento, in base alla rappresentazione di un mercato già sufficientemente saturo in ragione delle 43 strutture presenti.

Già Il 21 Febbraio 2018 -prosegue Pullara- mi ero interessato della materia, infatti durate la seduta della VI commissione all'Ars, avevo illustrato la risoluzione, di cui ero proponente, spiegando che era mirata ad uniformare i percorsi di accreditamento e di contrattualizzazione dei laboratori tra le varie province, ponendo rimedio ad una situazione di stasi e di rimpallo di responsabilità nella provincia di Agrigento  sulla determinazione dei fabbisogni, paventando il rischio di una chiusura del mercato, limitando la libera scelta. La stessa risoluzione fu trasmessa, il 28 febbraio 2018, al governo regionale con la richiesta di "interventi urgenti presso l'Asp di Agrigento in merito ai percorsi di contrattualizzazione degli ambulatori  di odontoiatria da essa approvata dopo ampio confronto nell’audizione del 21 febbraio 2018”.

In essa si chiedeva all'assessore regionale per la salute l'emanazione di un atto di indirizzo alle Asp siciliane che chiarisse i percorsi da seguire per la contrattualizzazione tali strutture con particolare riferimento alla provincia di Agrigento. Cosa che è stata disattesa evidentemente.

Preso atto dei numerosi contenziosi che interesserebbero molte strutture dell'isola, legittimate ad accedere al regime di accreditamento e alla contrattualizzazione, e poiché è  stato disatteso, si ribadisce, l'invito rivolto al governo, ho presentato un interrogazione ed una interpellanza con la quale chiedo quali sono le ragioni che abbiano impedito l'emanazione dell'atto di indirizzo alle Asp sui percorsi da seguire  per l'accreditamento  e la contrattualizzazione degli ambulatori di odontoiatria già richiesto, come già detto, con risoluzione approvata dalla commissione sanità all'Ars il 21 febbraio 2018, con il danno conseguentemente creato alle casse pubbliche nonché ai professionisti interessati ma anche e perché no alla politica che pur avendo una corretta intuizione non gli è stato consentito di dare le dovute risposte alle legittime aspettative per come oggi sancito dai giudici amministrativi.

Ho chiesto altresì -conclude Pullara- di provvedere, in considerazione del contenzioso in atto, ad un urgente ed uniforme regolamentazione della materia sull'intero territori regionale, evitando ulteriori lungaggini, spese, danni alle casse pubbliche ed ai professionisti.”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento