Politica

Carlisi (M5S): "Che fine ha fatto la proposta dell'azienda consortile idrica?"

La consigliera denuncia che "i Consigli comunali sono disertati dalla maggioranza dei consiglieri" e che "si è perso il conto delle sedute finite prima di cominciare"

"Che fine ha fatto la proposta di statuto per l'azienda consortile?". A chiederselo, la consigliera comunale e candidata sindaco del Movimento 5 Stelle Marcella Carlisi.

"In Consiglio comunale - dice - non arriva la proposta di delibera con i pareri dei dirigenti. In compenso arriva il commissariamento dell'Ati ma la colpa è dei Comuni, di chi ha temporeggiato e di chi non approva. Ne abbiamo parlato con i capigruppo a maggio ma ancora non è all'ordine del giorno del Consiglio comunale, oberato da debiti fuori bilancio. Le proposte di delibera su Tari e cimitero da me protocollate, ormai anni fa, restano sempre in fondo: arriveranno mai a votazione?".

Carlisi denuncia che "i Consigli comunali sono disertati dalla maggioranza dei consiglieri" e che "si è perso il conto delle sedute finite prima di cominciare per mancanza di numero legale. Chi è che comanda sui dirigenti che dovrebbero redigere proposta nei modi dovuti e dare i pareri? Domanda retorica. A chi appartiene - conclude - la volontà di non creare la società speciale consortile? Chi dovrebbe essere "commissariato" per avere l'acqua pubblica?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carlisi (M5S): "Che fine ha fatto la proposta dell'azienda consortile idrica?"

AgrigentoNotizie è in caricamento