rotate-mobile
Politica

Cambiano sfiduciato, Randisi: "Sconfitta per un'intera comunità"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

L’Associazione Nazionale Antimafia, Antiracket e Antiusura “In Movimento per la Legalità” esprime rammarico per la sfiducia al sindaco di Licata Angelo Cambiano, votata ieri da 21 consiglieri comunali che hanno così posto fine alla battaglia concreta di legalità iniziata due anni fa dal primo cittadino,  che aveva dato corso alle demolizioni di immobili abusivi realizzati entro la fascia dei 150 metri dalla battigia.  

“La comunità licatese - afferma il presidente dell’associazione antimafia, Nino Randisi - adesso è ferita da questa scelta improvvida di una classe politica miope e sempre un passo indietro rispetto ai valori di legalità reclamati dagli stessi cittadini che avevano eletto Cambiano. Un segnale grave questo che ancora una volta sottolinea come i politici abbiano ritenuto che il problema a Licata fosse il sindaco e non  invece le costruzioni abusive edificate in barba alle leggi urbanistiche”. “Il sindaco Cambiano - conclude Randisi - andava ringraziato, sostenuto e non isolato in questa azione di bonifica del territorio. Una pagina triste per la storia di questa città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambiano sfiduciato, Randisi: "Sconfitta per un'intera comunità"

AgrigentoNotizie è in caricamento