Cambia l’organizzazione delle cure domiciliari, Pullara presenta interrogazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“Entro il mese di dicembre – dice l’On.le Carmelo Pullara, Capogruppo Autonomisti e Popolari – Idea Sicilia - cambierà l’organizzazione delle cure domiciliari con un nuovo sistema di accreditamento dei gestori. Ma nelle more della definizione dei requisiti di accreditamento, diversi gestori di servizio, cooperative o società private, stanno procedendo, se non lo hanno già fatto, a cambi di personale socio-sanitario e infermieristico.

Tale azione – afferma Pullara - non è da considerarsi appropriata e neanche coerente con i vincoli contrattuali stabiliti con il SSR. Né è tollerabile che in un periodo transitorio, in attesa dell’emanazione delle nuove Linee guida, si possa stravolgere l’impianto occupazionale, visto che lo stesso servizio continua ad essere svolto dai medesimi gestori.

Per tali motivi – prosegue Pullara - ho inoltrato un’interrogazione urgente all’Assessore alla Salute, Avv. Ruggero Razza, perché diffidi i gestori del servizio, anche ai fini dell’accreditamento, procedendo, se necessario, con una denuncia all’Autorità Giudiziaria, perché preveda nelle Linee guida di accreditamento la salvaguardia occupazionale dei livelli registrati alla data di emanazione della Circolare n.8 del 12 giugno 2019 (divieto di indizione di nuove procedure di gara per le cure domiciliari), e  - conclude Pullara - di richiamare i gestori al rispetto degli obblighi contrattuali, nonché al mantenimento dei livelli occupazionali dichiarati all’atto dell’aggiudicazione del servizio”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento